Carmel Place

151 | microarchitecture

progettista: nARCHITECTS

luogo: New York, USA

anno: 2016

Lo studio nARCHITECTS ha progettato gli spazi esterni ed interni del Carmel Place con l’obiettivo di realizzare un nuovo modello abitativo, replicabile e sistemico, per New York ma anche per altre città con problematiche residenziali simili. Pensato come un microcosmo all’interno dello skyline cittadino, l’esterno dell’edificio si presenta come l’insieme di quattro esili mini torri, la forma e l’identità dell’architettura si collegano dunque al concetto stesso di micro-abitazione.

photo by nARCHITECTS

La scelta di incorporare le rientranze nel design “a gradoni” delle micro-torri permette alla forma del Carmel Place di adattarsi, in linea di principio, a siti differenti, a diversi coefficienti di altezza e di occupazione del suolo, permette all’architettura di collocarsi praticamente in ogni punto dell’isolato. Lo scopo degli architetti era quello di fornire un nuovo modello sociale per le abitazioni di piccole dimensioni, un modello che portasse l’attenzione sulle possibili scale costruttive piuttosto che sui singoli residenti. Le torri, profonde 3 metri, sono in linea con l’obiettivo, celebrano infatti esternamente la bellezza delle piccole dimensioni e non sottolineano le dimensioni ridotte delle singole unità abitative.

photo by Pablo Enriquez

L’applicazione di quattro tonalità di grigio per i mattoni conferisce omogeneità con il contesto locale, oltre a permettere al Carmel Place di divenire parte di quella tradizione di lunga data a New York, che prevede l’utilizzo dei mattoni per la costruzione residenziale. Le finestre dell’edificio, alte più di due metri e poste in corrispondenza dei singoli appartamenti, dei corridoi e delle scale, riprendono le proporzioni utilizzate nei tipici edifici brownstone newyorkesi del diciannovesimo secolo, edifici utilizzati dall’architetto anche come riferimento per le proporzioni interne.

luogo: 27th Street/Mt Carmel Place, Kips Bay, Manhattan
programma: il primo edificio di Manhattan composto da micro appartamenti, con 55 micro-unità abitative, servizi comuni e spazi commerciali
cliente: Monadnock Development, NYC Department of Housing Preservation & Development.
design team competition phase: Eric Bunge, Mimi Hoang (Principals); Ammr Vandal (Associate Principal, Project Architect), Daniel-Katebini Stengel, Christopher Grabow, Alex Tseng, Nancy Putnam (Design Team)
design team fase di progetto: Eric Bunge, Mimi Hoang (Principals); Ammr Vandal (Associate Principal, Project Architect), Tony-Saba Shiber, Daniel Katebini-Stengel, Cheryl Baxter, Albert Figueras, Prathyusha Viddam, Gabrielle Marcoux, Amanda Morgan, Zach Cohen, Matthew Scarlett, Matthew Wilson, Alexis Payen
ingegneria strutturale: Denardis Engineers
MEP ingegneria: Abraham Joselow
architetto consulente (fase concorso): Willis DeLaCour
sostenibilità: Liro Engineers, Philip Habib & Associates
impresa: Monadnock Construction, Capsys (moduli)
marketing: Corcoran Sunshine, Citi Habitats.
servizi: Ollie (Stage 3)
completamento: maggio 2016
photos: Iwan Baan, Pablo Enriquez, nARCHITECTS

Mandarin Oriental Hotel

Il progetto ha previsto il recupero di quattro edifici storici di una strada marcatamente milanese, con caratteri e vicissitudini molto diversi, per rivelare uno spaccato della Milano “interna” molto particolare….

R·torso·C

“Vogliamo un’architettura caratteristica, con una finitura di cemento a vista, che sia anche responsabile dal punto di vista ambientale”. photo by Toshihiro Sobajima Nel rispetto di tali parole del cliente,…

Airbnb

Lo studio Threefold Architects ha terminato la nuova sede britannica di Airbnb, che si colloca a Londra, nell’area di Clerkenwell, all’interno di un vecchio deposito. Il progetto vuole esprimere al…

Winter Cabin

La sfida è quella di installare costruzioni reali, rifugi in scala 1:1, su siti remoti, esposti a condizioni atmosferiche estreme, a variazioni termiche radicali, alla neve e su terreni accidentati….

area 151+ custom-made

presentazione/introduction Custom-made Objects made to measure text by Laura Andreini interviste/interviews Emotional spaces a dialogue with Karim Rashid interview by Laura Andreini Artisans without limits a dialogue with Riva1920 interview by Laura Andreini…

Hotel Barceló Torre de Madrid

Intriso di riferimenti storici e culturali spagnoli, lo studio Hayon ci conduce in un viaggio per immagini attraverso il passato del paese, mescolando dettagli architettonici che rievocano gli archi romani…

Songpa Micro-Housing

Quello della densità urbana e del costo dell’edilizia residenziale è un problema di portata globale. Se da un lato vanno aumentando tipologie abitative di piccole dimensioni, dall’altro il fenomeno delle…

Paco

Paco è una scatola cubica di 3x3x3 metri, dotata di un “coperchio” che si apre a un’angolazione specifica. Si pone a metà strada tra l’architettura e un elemento d’arredo; è…

area 151 – microarchitecture

presentazione/introduction Small works text by Marco Casamonti intervista/interview Microarchitecture and minimal habitat a dialogue with Michele De Lucchi interview by Laura Andreini letture critiche/critical lectures Microarchitecture or macrodesign? Temporary Italian design for emergency text…

Pubblica i tuoi commenti