Un percorso iniziato nel 1981, per coniugare funzionalità ed estetica e presentare al mercato collezioni di miscelatori dall’alto valore aggiunto.
Alessandra Gessi, titolare di Newform ci racconta l’evoluzione dell’azienda e i nuovi progetti.

Claudio Moltani: Alessandra, ci racconta in sintesi l’azienda, dal passato al prossimo futuro?
Alessandra Gessi: Ormai siamo molto vicini al compimento dei nostri primi 40 anni di attività industriale, e per parlare del futuro bisogna partire proprio dai primi passi dell’azienda fondata da mio padre, passi che sono il fil rouge che ancora oggi ci caratterizza, ovvero il rapporto con il design. Siamo stati i primi a innovare radicalmente il nostro settore, in un’epoca in cui il rubinetto a doppio comando dominava incontrastato abbiamo avuto il merito e il coraggio di introdurre il miscelatore monocomando per bagno e cucina. Accanto a questo prodotto all’epoca rivoluzionario, abbiamo da subito puntato anche sulla grande capacità di offrire numerose finiture. Oggi, non possiamo far altro che riconfermare il nostro dna, ovvero ricerca, estetica, funzionalità. A 360°, per tutto l’ambiente bagno e la cucina, proposte che completiamo con la gamma degli accessori. Tutto naturalmente e orgogliosamente made in Italy. Siamo in grado di realizzare autonomamente tutte le fasi della produzione, dalla progettazione alla realizzazione del prodotto finito.

C.M.: Quali nuovi prodotti avete sviluppato?
A.G.
: La novità di quest’anno è HAKA, un prodotto che nasce dal nostro ufficio stile interno. Con questo miscelatore è stato fatto un lavoro attento giocato tutto sulle sezioni e sulle proporzioni, coerenti dal punto di vista funzionale e produttivo, ma anche dal punto di vista dell’armonia estetica. HAKA si contraddistingue dall’alternarsi di linea curva e linea retta, che si inseguono lungo il profilo del corpo in una corsa visiva che si conclude con maggior tensione in corrispondenza dell’aeratore. E, visto che per Newform i dettagli portano valore, ne sottolineo alcuni: il pomolo salterello con movimento verticale, l’”invito” appena accennato sotto la maniglia, due esempi che dimostrano quanta passione e attenzione ci siano stati nello sviluppo di HAKA. La sua solidità, il suo valore passano anche attraverso il completamento di gamma: confermiamo infatti la tendenza per cui i prodotti offerti debbano sempre di più essere declinati a seconda delle necessità (miscelatori, 3 fori, comandi, freestanding ecc..), per risolvere quante più svariate esigenze e soluzioni bagno.