“Tutto scorre, niente si crea, niente si distrugge, tutto si trasforma”. Si ispira al concetto filosofico Panta Rei di Eraclito questo lavabo free standing, legato al fluire delle cose, del “tutto cambia e si trasforma”. Lo scorrere incessante dell’acqua ben rappresenta la mutevolezza di tutte le cose che costituiscono la molteplicità del reale. Un invito al rinnovamento dell’essere in continuo e costante divenire.  Due forme concave sovrapposte che formano un unico blocco bianco, morbido e arrotondato, il cui candore contrasta la rigidità del metallo sfumando verso l’alto. L’armonicità delle parti che  compongono il lavabo celebra l’acqua che dalla fuoriuscita a cascata, attraversa il bacino centrale, defluisce fino alla base a conca. Come da una fonte,  l’acqua scende a pioggia e scarica direttamente a terra. Versatile e teatrale si presenta invece il rubinetto. Dalla forma minimale, è realizzato interamente in acciaio inox satinato o lucido. Per l’attuazione di questo prototipo sono state utilizzate tecnologie avanzate nel rispetto delle rifiniture artigianali per poterne esaltare la qualità dei materiali, la sostenibilità e la capacità di durare nel tempo. Il lavabo Pantarei è stato realizzato in Eps, materiale estremamente leggero, duraturo, traspirante e impermeabile all’acqua. Facilmente lavorabile, consente di modellarne liberamente le forme e dopo la sagomatura, viene trattato in superficie, attraverso un processo di levigatura, in modo tale da conferire al manufatto la necessaria robustezza. La finitura è a base di resina epossidica, spatolata e levigata a mano, con effetto liscio e colorazione monocromatica finale. Questo manufatto è stato realizzato presso il Centro di produzione SinergiaOne di Settimo Torinese, specializzato nella realizzazione di complementi d’arredo esclusivi e allestimenti su misura per l’Interior e l’Exhibition design.

Alessandra Scarfò

Giovane designer torinese, ha frequentato le facoltà di Design Industriale al Politecnico di Torino e  Design di Interni al Politecnico di Milano che le hanno consentito un’ampia preparazione su differenti ambiti creativi. Nella ricerca sul design attribuisce grande attenzione alla qualità ambientale, alla cura dei dettagli e alla ricerca di nuovi materiali per lo sviluppo di soluzioni personalizzate. Nonostante la giovane età ha già realizzato progetti che spaziano dal singolo prodotto agli interni, dagli allestimenti fieristici alle installazioni d’arte interattiva.