area 123 | on the water

architect: Dordoni Architetti

L’intervento riguardava la ridefinizione dello spazio e il design degli interni del nuovo 30 metri del cantiere navale Sanlorenzo.
La scelta progettuale è stata quella di applicare al mondo della nautica concetti propri dell‘abitazione contemporanea, operando in base a principi di linearità, semplicità, ricerca dei materiali e cura estrema dei dettagli.
Fondamentale la rilettura dello spazio – tradottasi in un nuovo layout distributivo – e la ricerca della qualità estetica e di funzione. Caratteristica principale del ponte coperta è uno spazio senza soluzione di continuità che si estende dal terrazzo di poppa a pruavia collegando il salone alla zona pranzo / family lounge attraverso un percorso laterale che permette di risalire l’intera imbarcazione – al cui centro, liberando in questo modo entrambi i fianchi, sono disposte tutte le funzioni – generando continuità spaziale e ottenendo una profondità di campo inconsueta.
Nel sottocoperta si è operato per “sottrazione” riducendo da cinque a tre il numero delle cabine, con l‘obiettivo di renderle più confortevoli grazie a dimensioni più prossime a quelle proprie dell’abitazione rispetto a quelle nautiche.
A sbarco scala, una lounge privata (che può fungere da quarta zona di ospitalità) diventa atrio alla cabina dell’armatore e alle due cabine ospiti alleggerendone le separazioni. Ovunque è stato perseguito un senso di continuità spaziale evitando la netta separazione degli spazi con paratie cieche e grazie all’uso di materiali trasparenti e riflettenti.
Gli spazi generosamente illuminati da una molteplicità di fonti diverse, il senso di continuità dei diversi ambienti ottenuta grazie a passaggi graduali e morbidi, i materiali utilizzati che valorizzano ed esaltano lo spazio, il tutto rafforza la sensazione di accoglienza e massimo comfort.
Ciò che ha contribuito a caratterizzare il progetto è stato un approccio progettuale guidato dal pensare la macchina di navigazione come “residenza” con le esigenze proprie del moderno abitare.
Il trasferimento, e soprattutto l’adattamento, dei caratteri della casa contemporanea all’imbarcazione ha portato all’elaborazione di un nuovo layout distributivo in grado di rileggere e interpretare i classici layout della nautica in maniera innovativa. Il diverso sfruttamento spaziale ha generato “spazio nuovo”, rendendo possibile la collocazione di aree funzionalmente dedicate aumentandone comfort e vivibilità.
Molteplici i materiali utilizzati per la realizzazione del progetto: teak, marmo, lino e seta, bronzo, ottone, acciaio lucido e superfici riflettenti o trasparenti.
Materiali diversi che contribuiscono ad esaltare la sobrietà, la compostezza e l’eleganza degli ambienti grazie alle loro intrinseche caratteristiche ma soprattutto grazie alla scelta delle lavorazioni, delle finiture e dei colori.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAdastra
Articolo successivoSL94