area 123 | on the water

architect: Espen E. Erikstad

location: Oslo, Norway

year: 2008

“Loup de Mer” è una houseboat per studenti che hanno necessità periodica di una residenza permanente a Oslo o in altri porti urbani.
Il design cerca di proporre una nuova identità formale della classica houseboat, proponendo un nuovo linguaggio. La ricerca si è concentrata principalmente sulla relazione tra le singole unità e la città infatti il progetto ha tratto ispirazione sia dal mondo dell‘architettura che da quello della nautica riuscendo a declinare in modo nuovo il concetto del “tipico houseboat”.
L’intenzione era di trovare un equilibrio formale tra “la casa” e “la barca”. I temi che volevo indagare maggiormente sono l’identità, l’apparenza, la mobilità e l’accessibilità.
“Loup de Mer” utilizza le aree del porto che sono libere nella bassa stagione e forma una struttura accessibile in modo indipendente; è priva di ormeggio fisso ed evita di occupare il porto quando è in navigazione. Un nuovo concetto che vuole mettere in discussione la houseboat come la conosciamo e propone una nuova identità formale per la houseboat del futuro.

CONDIVIDI
Articolo precedentePier 23 Houseboat
Articolo successivoFloating House