area 126 | hamburg

architect: Spengler · Wiescholek architects and city planners

location: Hamburg

year: 2009

La scuola di Sandtorpark è il primo edificio scolastico pubblico della nuova Hafencity ed è inserita in un comprensorio urbano ad alta concentrazione di edifici. Data la scarsità di terreno disponibile, l‘edificio è ibrido e ospita anche un asilo, un dopo-scuola e una mensa che serve le tre unità funzionali, il tutto all‘interno di una forma architettonica compatta progettata per un uso efficiente dello spazio. Oltre all‘insolita dislocazione su cinque piani, il nuovo edificio adotta un approccio non convenzionale agli spazi ricreativi e integra la palestra nella cubatura per creare un volume sensato dal punto di vista energetico.
Lo spazio giochi sul tetto previsto per la scuola di Hafencity ha suscitato accesi dibattiti durante
la campagna elettorale ad Amburgo, ma infine ha riscosso un‘entusiastica approvazione.
Il concept architettonico organizza gli spazi della scuola attorno ad un atrio centrale da cui lo sguardo può spaziare sui vari locali con i loro corridoi e sull‘aula magna.
L‘atrio circoscrive percorsi brevi e offre un buon orientamento, con le aule e la palestra direttamente visibili attraverso grandi aperture.
Le finestre, con le loro sagome oblique, percorrono tutte le facciate e sottolineano con garbo l‘uso diverso, più spensierato dell‘edificio rispetto ai numerosi uffici e complessi residenziali della zona.
L‘utilizzo dei materiali e del colore è un elemento importante del progetto, che ha richiesto un‘attenta opera di coordinamento. Dal punto di vista concettuale, gli spazi comuni della scuola sono contraddistinti da tonalità forti, mentre i corridoi e le aule rinunciano ai colori poiché sono gli utenti a vivacizzarli.
La facciata è composta da laterizi leggeri nelle tonalità beige e grigio che si sposano bene
con il calcestruzzo a vista utilizzato nell‘edificio. Il complesso ha inoltre ricevuto la medaglia d‘oro di Hafencity che certifica i progetti con una forte vocazione alla sostenibilità ambientale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUnilever Headquarters
Articolo successivoBF21 ”Vanmeer“