area 104 | introverted architecture

architect: Rafael Moneo

location: Bilbao, Spain

year: 2008

Il complesso dell’università di Deusto ha sempre giocato un ruolo primario nella configurazione del margine sinistro del fiume dando così testimonianza della volontà civica che l’istituzione ha sempre dimostrato nei confronti della città di Bilbao. Da più di cento anni Deusto è stata non solo la culla di numerosi professionisti di Bilbao ma anche la singolare protagonista della vita culturale della città. Sebbene la localizzazione dell’area e la configurazione urbanistica possano sembrare favorevoli l’ambivalenza tra le dimensioni dell’isolato e quelle del blocco hanno reso il progetto di non facile realizzazione.
090-103 moneo-5

Inoltre se a questo aggiungiamo l’imponente presenza del museo Guggenheim sarà facile comprendere le difficoltà che hanno accompagnato l’architetto. Da un lato il nuovo edificio non intende in alcun modo competere con l’assoluto ruolo protagonista del Guggenheim; dall’altro vuole mostrare il proprio stato pubblico cercando di stabilire una sorta di continuità con tutta la zona universitaria. Sia l’una che l’altra di queste condizioni non escludono però che l’edificio sia ideato come una struttura isolata, dotata di una vita propria all’interno del parco. Questa serie di presupposti ha condotto l’architetto a scegliere un materiale come il mattone in vetro che consentiva un trattamento morbido delle facciate, permetteva di non competere con il Guggenheim e addolciva l’incontro con il parco. Il mattone in vetro genera un volume monolitico e monocromatico neutro che si distingue dai bagliori del titanio del Guggenheim e che si integra armoniosamente con il verde universo dei giardini circostanti.Il gesto progettuale più efficace è rappresentato dalla scelta degli angoli arrotondati che permettono di trasformare l’edificio in un solido indipendente ed autonomo. Gli angoli arrotondati tramite faccette ortogonali danno luogo ad un vivo contrasto con la configurazione traslucida del mattone in vetro. L’architetto è rimasto sedotto dal potenziale di questo materiale che la sera trasforma il blocco in una sorta di faro la cui luce oscura il vicino museo che resta presente solo attraverso le proprie fenditure.
090-103 moneo-3
La distanza che si stabilisce tra il Guggenheim e la biblioteca, per quanto concerne la scelta del materiale, si riduce se si considera quanto il museo abbia influito per definire l’orientamento dell’edificio universitario. Pagando un ovvio tributo al progetto di Gehry Moneo sceglie di orientare leggermente la biblioteca verso il Guggenheim con le sale di lettura che hanno come sipario della loro geometria la viva volumetria del museo. Questo orientamento si manifesta anche nella posizione del cortile che rafforza la condizione pubblica dello spazio e aiuta a stabilire una connessione con il parco del quale la biblioteca dovrebbe diventare un elemento centrale.

 

Rafael Moneo was born in Tudela, Navarra (Spain) in May of 1937. He obtained his architectural degree in 1961 from the Technical School of Architecture in Madrid. In 1963, Professor Moneo was awarded a two-year fellowship at the Spanish Academy of Rome. Upon his return to Spain, Rafael Moneo taught at the Technical School of Architecture in Madrid (1966-70). In 1970 he won a chaired professorship in architectural theory at the Technical School of Architecture in Barcelona, where he taught until 1980. In that year he was named chaired professor at the School of Architecture in Madrid, where he taught until 1985. In tandem, Rafael Moneo has developed an extensive body of work as architectural critic and theoretician. Among Moneo‘s best known and most widely published works are ”Kursaal” Auditorium and Congress Center in San Sebastian (1991-99), the extension of the Town Hall of Murcia (1991-98), Potsdammer Platz Hotel & Office Building in Berlin (1993-), and the Audrey Jones Beck Building for the Museum of Fine Arts in Houston, Texas (1993-2000). Projects now under construction include the Laboratory for Integrated Science and Engineering (LISE) at Harvard (2006), and The Chace Center, at the Rhode Island School of Design (2006).

project: Deusto University Library
location: Bilbao
client: Deusto University
financing institutions: Deusto University
architect: José Rafael Moneo Vallés
project architect: Valerio Canals Revilla
quantity surveyor: Santiago Hernán
structural engineer: NB 35 Jesús Jiménez Cañas
collaborator: Alejandro Bernabeu
mechanical engineer:  Úrculo Ingenieros + PGI
model makers: Juan de Dios Hernández y Jesús Rey
contractor:  Construcciones Amenabar
dates: 2001-2008
photo by Francisco Berreteaga

CONDIVIDI
Articolo precedenteokurayama apartments
Articolo successivoconcert hall