L’azienda giapponese Toto ha proposto una nuova generazione di Washlet, soluzioni integrate di vaso e bidet, che portano avanti la ricerca intrapresa da Toto dagli anni 80, quando fu prodotto il loro primo washlet.  La nuova generazione conferma la vocazione “technology oriented” dell’azienda. Oltre alle note funzioni di cui sono dotati tutti i Washlet – doccetta bidet, sedile riscaldato, asciugatura e sistema deodorizer per l’assorbimento degli odori – i nuovi modelli offrono come novità assoluta le due funzioni di auto pulizia Actilight e ewater+. La tecnologia Actilight prevede l’uso della luce per igienizzare il vaso: Toto ha dotato i Washlet di una lampada UV, integrata nel coperchio del sedile, che si accende per un tempo predeterminato, non appena il coperchio si richiude. Quando i raggi UV colpiscono il rivestimento del vaso, realizzato in zirconio, la fotocatalisi innesca il processo di decomposizione di tutte le sostanze organiche che vi si sono depositate, mentre la superficie super idrofila ne agevola l’eliminazione.

Hiromoto Harano, managing director sales and marketing, e Anja Giersiepen, manager marketing di Toto.

La tecnologia ewater+ è tanto semplice quanto efficace: ancora prima di usare la toilette, non appena l’azionamento automatico solleva il sedile, l’interno del vaso viene bagnato con un fine getto d’acqua nebulizzata. Ciò impedisce che lo sporco aderisca, come invece aderirebbe su una superficie asciutta. Il secondo risciacquo del vaso, dopo l’uso, avviene con un getto d’acqua elettrolitica, erogato all’azionare dello scarico. L’acqua elettrolitica svolge un’azione antibatterica, combatte attivamente il formarsi di depositi di calcare e sporco, di conseguenza l’interno del vaso resta pulito più a lungo.