area 113 | benedetta tagliabue embt

architect: Benedetta Tagliabue embt (Miralles Tagliabue EMBT)

location: Lleida, Spain

year: 2010

Le grandi zone verdi che circondano la Seu Vella e che dominano tutta la città sono gli spazi pubblici più belli di Lleida a cui guardare come riferimento. Il progetto per la nuova piazza Ricard Viñes dovrebbe avere qualcosa di questa bellezza. Costruire una grande zona verde dove ricollocare la scultura del musicista Richard Viñes è la base della nostra proposta. Uno spazio di piazzette e zone verdi per la città, in questo punto di grande traffico pedonale e veicolare. La forma del labirinto è molto antica. Il significato culturale e l‘interpretazione del labirinto come simbolo sono molto profondi. Labir è una parola che si relaziona con la roccia, con la pietra. De Inthos è una parola greca che indica un luogo di fondazione. Anche se l‘etimologia non è molto chiara, un tempo le coreografie dei balli si organizzavano facendo dei disegni in pianta. Proponiamo uno spazio aperto occupato da una pista con un disegno labirintico capace di guidare i passi di coloro che balleranno la danza della primavera intorno ad un elemento centrale. L‘elemento genera e guida i movimenti della danza riempiendo di vita lo spazio circostante. Cittadini e veicoli si muoveranno in modo nuovo nella piazza Richard Viñes, i pedoni conquisteranno lo spazio pubblico. Tutti seguiranno le linee marcate nel disegno del ballo, senza mai sovrapporsi. Forse il riferimento più prossimo alla nostra idea progettuale è la piazza Francesc Macia situata in una delle zone più transitate di Barcellona, un punto chiave dell‘entrata e dell‘uscita dalla città. Altre metropoli europee sono famose per le loro spettacolari rotonde, come quella dell‘Etoile de Paris o la Tiergarten di Berlino con la sua memorabile colonna coronata con un angelo. A Bath, Inghilterra, l‘architetto John Wood creò una delle icone più famose della città: il royal crescent, che con le sue rotonde verdi, organizzatrici del traffico, ha contribuito enormemente a definire e pubblicizzare l‘immagine della città. Le rotonde normalmente non sono accessibili e per questo sono adibite a parco, organizzano il movimento del traffico e regalano una visione naturalista ai conducenti.
Nella rotonda nella Calle Roure disegneremo un labirinto. Ci piace assimilare l‘idea di labirinto con la idea di entrata. Una entrata nella città di Lleida, una nuova porta verde. Il progetto è composto da una rotonda e una nuova piazza per la città:
1. La rotonda termina con un disegno labirintico, composto da bande di vegetazione e pavimentazione in mattoni.
2. La piazza è organizzata con delle aree verdi; alberi e arbusti bassi piantati in forma di labirinto che saranno visibili dalla strada. Questa vegetazione aiuta ad organizzare le attività ricreative per il quartiere, bar, aree di gioco per bambini, panchine, percorsi pedonali.
Le due strade che confluiscono nella piazza si pedonalizzano, adottano una pavimentazione di pietra naturale, e si arricchiscono di nuovi alberi e piccole aree verdi che sottolineano le entrate degli edifici residenziali. Un grande punto luce scultoreo, che da un lato della rotonda illumina tutta la piazza, cerca di rafforzare l‘idea di comunità che convive in uno spazio pubblico e il concetto della festa popolare come segno di identità del collettivo. Una nuova scultura sarà collocata al centro della rotonda e diventerà un landmark che permetterà di identificare questo luogo da tutta la città.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSpanish Pavilion
Articolo successivoCasa de les Llengües Museum