area 111 | zero volume

architect: Architektur und Landschaft

location: Senftenberg, Germany

year: 2008

Il paesaggio che circonda Senftenberg è segnato da anni e anni di estrazione del carbone, a ricordarci l’intensivo sfruttamento dell’ambiente naturale avvenuto in quest’area rimangono enormi fosse nel terreno, vecchie miniere ormai dismesse che oggi sono pronte per essere riqualificate e diventare grandi laghi, collegati tra loro per mezzo di canali. L’idea è quella di utilizzare l’acqua e di creare un’area ad alto potenziale ricreativo, in grado di attirare il maggior numero possibile di turisti. È questo dunque il contesto da tenersi in considerazione nell’ambito del concorso internazionale, indetto per la progettazione di un’architettura che diventi simbolo dell’intera area e che ne incarni al meglio la trasformazione. Il sito, che viene a crearsi con l’inserimento del canale Sorno nel lago Sedlitz, si presenta come un promontorio visto da lontano. L’idea alla base del progetto è quella di mettere in atto il concetto di country brand. Il monumento-simbolo si presenta come una scultura inserita nel paesaggio, pensata e progettata proprio per essere collocata in questo sito specifico, ovvero nel punto in cui il canale Sorno si inserisce nel lago Sedlitz. A base triangolare, l’edificio presenta facciate diverse su entrambi i lati. Sul versante che dà sulla terra ferma, l’architettura è aperta e mette pertanto in mostra un insieme di scalinate-scultura; sul lato affacciato verso lago, il monumento si presenta invece come una gigantesca stele. La torre panoramica è realizzata in uno speciale acciaio che, esposto agli agenti atmosferici, acquisisce una caratteristica patina color ruggine. Tra qualche anno, quando le vecchie miniere si trasformeranno in laghi idilliaci dalle verdeggianti rive, il monumento si ergerà come una pietra miliare a ricordare il passato della regione. La superficie color ruggine della torre ricorda inoltre i vecchi ponti presenti nelle miniere a cielo aperto. Salendo e scendendo le scale all’interno della torre, il visitatore può constatare lo spessore minimo del materiale impiegato e venire a conoscenza del particolare metodo costruttivo utilizzato. Una nuova esperienza uditiva attende il visitatore ad ogni passo, chiudendo la porta al piano inferiore, ad esempio, l’intera stele semba vibrare. Al tempo stesso, le scalinate chiuse e le balaustre conferiscono un’idea di solidità e sicurezza, tanto che anche chi soffre di vertigini è in grado di salire e raggiungere i 30 metri d’altezza. La cura del dettaglio sta, in questo caso, nella ricerca della semplicità e nell’omogenità dei materiali. Le superfici non trattate lasciate “grezze” e le note con le informazioni sul metodo di realizzazione e assemblaggio, direttamente fornite dall’azienda che produce l’acciaio, danno al visitatore una visione d’insieme della struttura. La torre è costruita interamente con lastre d’acciaio corten, spesse 6-10 cm. Le facciate visibili non presentano al loro interno uno scheletro realizzato con travi a T, ma costituiscono esse stesse la struttura della costruzione, tutte le parti statiche principali sono state realizzate con le tecniche impiegate nei cantieri navali. La struttura è formata da volumi vuoti, saldati e impilati grazie all’impiego di centine interne. Le diverse componenti dell’edificio sono state prefabbricate nella regione dell’Eifel dall’azienda produttrice dell’acciao, le diverse parti sono state quindi spedite a Senftenberg, riducendo in tal modo al minimo il lavoro di saldatura in loco.

Stefan Giers born 1967 in Bonn. 1993 cooperation with the office for architecture Hempelt und Bernhart, Darmstadt. 1994 cooperation with the office for architecture Jürgen Frauenfeld, Frankfurt. 1995 ”Stagiaire“ at the office for architecture Herzog & de Meuron, Basel. Cooperation with the office for architecture Jörg Pampe, Berlin 1996-1997 cooperation with the office for architecture Gert Schulze, Bremen. 1998-2005 cooperation with the office for architecture Raupach & Schurk, München. 2005-2009 cooperation with the office for architecture Koch und Partner, München. Susanne Gabriel was born in 1970 in Salzburg, Austria. 1995 cooperation with the office for l. arch. Kiefer, Berlin. 1996 cooperation with the office for l. arch. Schmidt & Partner, Berlin.
Cooperation with the office for  l. arch. Mettler, Berlin. 1997 cooperation with the office for l. arch. Trillitzsch & Jost, Berlin. 1998 cooperation with the office for l. arch. Latz & Partner, Kranzberg.
2001 cooperation with the office for l. arch. Realgrün, München. Since 2006 cooperation with the office for l. arch. Keller, München. Realised projects 2002 Courtyard design for a office building in Munich. 2002-2003 Courtyard design for a office building in Munich. 2004 Private garden Hautz, München. 2007 Courtyard design for a residential building in München. 2005-2008 Landmarke Lausitzer Seenland. 2008-2009 Infopavilion at the Landmarke Lausitzer Seenland. 2009 Restaurante at the Landmarke Lausitzer Seenland.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTheatre Square
Articolo successivoPublic Park