area 123 | on the water

architect: Rost-Niderehe Architekten Ingenieure

L‘idea originale era quella di progettare una house boat che avesse il carattere intrinseco di un‘imbarcazione e il comfort di una casa tradizionale per famiglie. Il linguaggio architettonico doveva essere chiaro e semplice, una logica che si rispecchia nella disposizione generale degli spazi e nella creazione delle singole stanze. Avvolti da un‘unica parete che si sviluppa come una spirale dall‘esterno verso l‘interno, i vani si susseguono partendo da quelli ad uso comune più esterni (cucina, sala da pranzo) a quelli privati più interni (camera da letto, bagno). Gli spazi conviviali si trovano sul ponte superiore, da cui si accede all‘abitazione, mentre le stanze private (studio, salotto, camere) sono situate sul ponte inferiore.
I materiali selezionati (soprattutto acciaio e legno) sono ispirati a entrambi i settori che fanno da retroterra al progetto: l‘architettura navale e la tradizionale edilizia abitativa.
Quando occorre cambiare il punto di attracco, la casa galleggiante può essere facilmente spostata nella sua nuova destinazione con l‘ausilio di un rimorchiatore. Al momento, non sono disponibili zone ufficiali di attracco per residenze permanenti sull‘acqua, ma le cose si stanno muovendo. Il primo insediamento tedesco con una nuova generazione di house boat è già stato realizzato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWatervilla de Omval
Articolo successivoPier 23 Houseboat