area 119 | gaetano pesce

architect: Braccio di Ferro per Cassina

year: 1972

La serie Golgotha è concettualmente ispirata alla Bibbia, ovvero alla passione di Cristo e all’ultima cena. Richiama il valore sacro che gli oggetti assumevano nella società antica, quando ogni tavolo era di fatto un altare e ogni pasto una reiterazione dell’eucarestia, un aprirsi verso il trascendente. La serie Golgotha comprende i seguenti modelli: un tavolo a forma di diamante in due misure diverse; un tavolo di forma trapezoidale, noto come scrivania Arca, anch’esso in due misure differenti; e una sedia in due versioni, una con schienale alto, l‘altra con schienale basso. Il tavolo e la scrivania, costruiti all’inverso, sono realizzati con mattoncini in fibra di vetro nera tenuti insieme da una resina poliestere di colore rosso, che tracima dai bordi, o meglio fluisce sui lati. Il piano è rifinito con un gel coat rosso sangue. Le sedie Golgotha sono realizzate a mano: il materiale di base è tessuto in fibra di vetro bianca contenente dacron. Per dare forma rigida alla sedia, il tessuto è stato immerso in un bagno di resina poliestere, appeso con dei ganci e drappeggiato nella sagoma voluta. Questo trattamento, senza ulteriori manipolazioni, conferisce all’oggetto stabilità e una forma sempre diversa. Le sedie Golgotha sono state il primo oggetto di design a realizzare compiutamente la nozione di “originali in serie” o produzione aleatoria.“Il tavolo Golgotha era una risposta alla crisi petrolifera, in uno scenario apocalittico dove le macchine non esistevano più. La realizzazione dell’oggetto è manuale. Il tavolo è costituito da una parete di mattoni coperta di poliuretano liquido rosso. La colata e il pigmento, traboccando dal piano, richiamano il mio arredo da teatro e il mio tavolo della passione di Cristo. Il tema è quello del sacrificio”.
Gaetano Pesce

CONDIVIDI
Articolo precedenteTramonto/Notturno a New York
Articolo successivoUp