area 116 | Norway

architect: Studio Jens Praet

a double interview to Jens Praet and Ove Rogne for Northern Lighting

Studio Jens Praet

area: Come si è svolta la collaborazione tra azienda e cliente? Vi è stata lasciata ampia libertà o avete dovuto elaborare i vostri progetti seguendo specifiche indicazioni e richieste da parte del dipartimento marketing?
Studio Jens Praet: Il progetto delle lampade Evergreen è partito autonomamente dalla collaborazione tra due studi di design, ovvero lo studio Jens Praet e Vibeke Skar. I prototipi sono stati realizzati in Norvegia, su iniziativa degli stessi studi, e presentati al Fuorisalone di Milano 2010, tenutosi a Ventura Lambrate. Abbiamo quindi presentato le lampade alla Northern Lighting appena dopo la chiusura della fiera a Milano, il periodo di follow up è stato brevissimo poiché il consiglio aziendale ha immediatamente approvato i progetti. Possiamo dunque affermare di aver goduto della piena libertà, perché appunto il design è stato elaborato inizialmente da noi, su nostra iniziativa.
area: Come è stato lavorare con un’azienda di quel tipo? Che importanza assume dal punto di vista creativo?
Studio Jens Praet: Lavorare con un’azienda giovane, come la Northern Lighting, significa poter contare su un atteggiamento di totale apertura mentale. Anche se l‘affare era di una certa portata, siamo stati considerati come membri della famiglia. La Northern Lighting tratta una vasta gamma di prodotti, i designer godono pertanto di assoluta libertà …un sogno.
area: Avete lavorato fianco a fianco con l’ufficio tecnico dell’azienda, con lo staff che si occupa degli aspetti tecnici o avete seguito autonomamente tutte le fasi della progettazioni fino alla fine, occupandovi anche dei dettagli? Avete lavorato con prototipi o su disegni?
Studio Jens Praet: Abbiamo consegnato alla Northern Lighting i nostri prototipi, questa scelta ha accelerato i tempi. Noi rappresentiamo due studi, di cui uno ha sede in Italia (studio Jens Praet) e l’altro in Norvegia (studio Vibeke Skar); mentre il primo si è occupato dei disegni necessari e delle pubbliche relazioni, l’altro è stato incaricato di seguire il follow up, collaborando con l’ufficio tecnico della Northern Lighting. In tal modo, ci è stato possibile seguire da vicino tutte le fasi, dai disegni fino alla definizione dei minimi dettagli.
area: Parlando di materiali, siete stati liberi di scegliere ciò che ritenevate essere il materiale migliore, in base alle vostre ricerche o avete avuto direttive dall’azienda?
Studio Jens Praet: Il materiale di alcuni componenti è stato modificato durante la fase di elaborazione tecnica. Le lampade presentano, ad esempio, una puleggia e un ferma-cavo che inizialmente erano in corian e che, in un secondo momento, abbiamo realizzato in nichel satinato (per un maggior impatto e per conferire un tocco “di lusso”). Queste modifiche sono state applicate in seguito ad un’attenta analisi, portata avanti insieme al team della Northern Lighting. Ovviamente i paralumi sono rimasti gli stessi dei prototipi, in vetro soffiato a mano.
area: State attualmente creando nuovi oggetti per la Northern Lighting o la collaborazione è giunta al termine?
Studio Jens Praet: Attualmente stiamo terminando la fase di produzione, ma ovviamente continueremo a lavorare con la Northern Lighting in futuro; questa volta probabilmente come studi indipendenti.
area: A che progetti state lavorando al momento? Con quali aziende?
Studio Jens Praet: Al momento stiamo lavorando con due marchi italiani, la Poltronova e un’altra azienda specializzata in illuminazione di cui non posso fare ancora il nome purtroppo; stiamo anche collaborando con un nuovo marchio olandese che lancerà la propria collezione presso la Maison d’Object a settembre. Stiamo inoltre lavorando con la PlusDesign Gallery di Milano ad una “personale” presso la Industry Gallery di Los Angeles, a settembre, e a due progetti di design d’interni per clienti privati.

Northern Lighting

area: Il fatto di coinvolgere aziende/studi/designer con un certo nome è stata una scelta dettata dalla strategia di marketing aziendale fin dall’inizio o un’evoluzione recente?
Ove Rogne: La Northern Lighting è un vero e proprio fulcro commerciale per tutti coloro che si occupano di design nel campo dell’illuminazione. Ogni tre mesi ci troviamo a valutare tantissimi nuovi potenziali progetti, disegni, campioni e idee, che ci arrivano da ogni parte del mondo. In senso ampio, desideriamo essere un marchio in grado di attirare i designer, un luogo in cui questi possano presentare le proprie creazioni e farle divenire quindi parte di una vasta collezione di prodotti per l’illuminazione. Ci preme anche lavorare fianco a fianco con i designer con cui collaboriamo; seguiamo quindi tutto il processo di sviluppo del progetto fino al lancio stesso dei prodotti e oltre, vogliamo trarre spunti dai creativi nell’arco di tutte le fasi di elaborazione del prodotto, anche per essere poi in grado di promuovere i designer e di migliorare, strada facendo, i vari concept, aggiungendo nuove prerogative e realizzando nuove versioni. Nel tempo, speriamo anche che i nostri partner ci permettano di trovare soluzioni d’illuminazione sempre nuove. Gli obiettivi sono sempre stati questi, fin da quando abbiamo iniziato, sei anni fa.
area: Lasciate lavorare i vostri designer a briglie sciolte o accettate anche eventuali proposte da parte di professionisti che vengono da esperienze diverse?
Ove Rogne: La nostra politica è di apertura totale; siamo disponibili dunque a qualsiasi idea, sia che rappresenti una sfida, sia che vada a rafforzare il nostro portfolio esistente. Diamo delle direttive ai designer, in base a quelle che sono le nostre esigenze; spesso le idee migliori e più creative nascono dalla completa libertà, ovvero quando i designer sono liberi di presentare progetti originali e non limitati da regole o direttive imposte a priori.
area: Durante la fase di sviluppo del progetto, i designer lavorano autonomamente o devono continuamente confrontarsi con l’ufficio tecnico dell’azienda?
Ove Rogne: L’idea di base e il concept sono sempre elaborati dal designer. Si passa quindi ad una fase in cui vengono apportate piccole modifiche sulla base di nostri suggerimenti, per poter raggiungere la funzionalità desiderata, in base alla tecnologia impiegata e alle restrizioni legate alla produzione, si valutano le possibilità offerte dai materiali, i limiti e i costi. Il nostro team lavora solitamente a stretto contatto con i creativi durante tutto il processo, ma l’approvazione finale di tutti gli elementi, prima che avvenga il lancio del prodotto, spetta al designer. Per noi è infatti molto importante che quest’ultimo sia pienamente soddisfatto del prodotto finale, perché noi presentiamo innanzi tutto opere che sono il risultato del lavoro di un creativo, non semplicemente “prodotti”. Alcuni designer possono contare su una certa esperienza, competenza e su un maggiore know-how in campo tecnico rispetto ad altri, per questo vengono maggiormente coinvolti nella fase più tecnica del processo; altri designer si occupano maggiormente degli aspetti estetici.
area: Da cosa è nata la collaborazione tra la vostra azienda voi e lo studio Jens Praet?
Ove Rogne: La Northern Lighting ha ricevuto una breve presentazione del concept, sono quindi stati presentati all’azienda i modelli creati per la fiera di Milano del 2010; in tale sede le Evergreen avevano già ricevuto riscontri positivi. Le lampade sono state poi approvate a pieni voti nel successivo design review meeting, abbiamo quindi chiesto ai designer di avviare un progetto insieme e di lavorare con il nostro team.
area: Quando avete iniziato a coinvolgere importanti studi di design nella progettazione dei prodotti?
Ove Rogne: Fin dall’inizio, 6 anni fa. Attualmente collaboriamo con molti studi importanti, e anche con designer indipendenti, alla progettazione di prodotti che speriamo di poter lanciare in un futuro prossimo.
area: Ogni quanto rinnovate la vostra gamma di prodotti?
Ove Rogne: Ne presentiamo di nuovi ogni sei mesi e con la stessa scadenza valutiamo il nostro portfolio del momento. Rinnoviamo quindi molto più spesso di quanto non facciano la maggior parte degli altri produttori e marchi, ma siamo una piccola azienda che si impegna per aggiungere oggetti sempre nuovi al proprio portfolio, il rinnovamento è dunque una priorità per noi.
area: Con quali studi avete collaborato in passato e con chi pensate di lavorare dopo Jens Praet?
Ove Rogne: Lavoriamo con tantissimi studi e con designer freelance su numerosi progetti, la maggior parte dei collaboratori ha sede in Europa, ma anche in Giappone e in altri paesi del mondo. L’ultimo prodotto che abbiamo lanciato era una lampada chiamata Illusion, per tale progetto abbiamo collaborato con Hareide Design, un team norvegese già premiato per le proprie creazioni. Un’équipe fantastica con cui collaborare, un gruppo internazionale di designer con tanta dedizione per il proprio lavoro. Il processo di sviluppo del prodotto è stato divertente e stimolante.

Established in 2007, studio Jens Praet is a design studio based in Panzano in Chianti run by belgian designer Jens Praet. Studio Jens Praet works from a conceptual angle on topics of contemporary culture, out of own initiative and on assignment. The studio has an intensive approach towards traditional handcrafting in combination with avant-garde techniques. Jens has a strong passion for everyday objects, honest materials, finding inspiration in unexpected details and daily issues which often become the starting point in developing a new concept. Studio Jens Praet’s work has been exhibited at several interesting international locations and has been featured in many major design publications and newspaper world-wide.

Northern Lighting was established in 2005, and has since established itself as a small dynamic Nordic company specialising in the design and manufacture of lights. Northern Lighting creates designer lights for different moods inspired by the unique Nordic nature, culture and society and the very special natural light.
The company delivers its creations to commercial projects and retailers in more than 30 countries, always following the same basic values: Northern Lighting reflects the fact it is a young, fun, playful and mood-oriented lighting company that uses its light portfolio to represent and promote the joy of creative design and the Nordic geographical and cultural heritage within the international design scene. The place of origin explains the choice of the name Northern Lighting – inspired by the company’s positioning on top of the world in the Kingdom of Norway.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGrete Prytz 1917/2010
Articolo successivoAdditional restrooms for DogA