area 124 | new geometries

architect: Coop Himmelb(l)au

location: Dalian, China

year: 2012

Il progetto del Dalian International Conference Center si prefigge di realizzare un’architettura simbolo, immediatamente riconoscibile e caratterizzante per il nuovo insediamento urbano di Dalian. Situato all’estremità di quella che diverrà un’estensione dell’asse principale della città, il centro è destinato a divenire un punto di riferimento nel paesaggio mentale della comunità internazionale.
L’impronta dell’edificio sul sito tiene conto pertanto dell’orientamento dei due assi urbani principali, che si incontrano e si fondono proprio di fronte all’architettura. Gli spazi adibiti a sale conferenze penetrano le diverse facciate, creando sporgenze che conferiscono al volume un aspetto multisfaccettato a livello spaziale, aspetto che distingue ulteriormente l’edificio da ciò che è immediatamente circostante.
I teatri e le sale conferenze sono coperte da un tetto-schermo conico, che permette di controllare l’ingresso della luce naturale, facilitando l’orientamento spaziale dei visitatori e in grado di creare atmosfere diverse tra loro.

L’edificio si prefigge non solo di rappresentare la modernità e il promettente futuro di Dalian, mira altresì a sottolineare l’importanza della città quale storico porto marittimo, area commerciale, industriale e turistica.
Il linguaggio formale del progetto non è di tipo pittografico, quanto piuttosto associativo; la razionalità della struttura e della divisione degli spazi all’interno del moderno centro congressi si uniscono e si fondono con gli spazi fluttuanti tipici dell’architettura tradizionale asiatica e con un design che riprende superfici “morbide”, create dalle forze del mare. Il progetto prevede la realizzazione di un edificio ibrido, una sinergia di spazio e funzionalità, in cui coesisteranno ambienti dalle funzioni diverse:
• un centro congressi
• un teatro e un teatro dell’opera
• un centro espositivo
• area parcheggio, consegna merci e smaltimento rifiuti.

L’area pubblica posta a piano terra crea ingressi differenziati per i diversi gruppi di utenti; la zona shopping e l’area espositiva sono collegate direttamente alle sale conferenze all’interno dell’edificio, grazie ad uno spettacolare asse visuale; in realtà, sia lo spazio-eventi che le sale conferenze si collocano 15 metri sopra la hall d’ingresso. Il teatro principale, con i suoi 1600 posti e la macchina tecnica posta sul lato opposto rispetto a una sala conferenze flessibile da 2500 posti, si colloca nel nucleo centrale dell’edificio. La speciale configurazione del palcoscenico principale permette di utilizzare lo spazio sia come classico auditorium che come sala flessibile e polifunzionale; non manca tuttavia un retro-palco, simile a quelli dei teatri tradizionali. La configurazione di questo spazio gli permette di adattarsi ad usi diversi: può essere utilizzato per convention, per il musical, per la prosa o perfino come un tradizionale teatro dell’opera, con interventi che richiedono investimenti esigui. L’auditorium principale può essere inoltre dotato di un pavimento flessibile, una soluzione che consente a tale spazio di essere utilizzato nei modi più disparati, per ricevimenti o addirittura per sedute parlamentari.
Attorno a questo nucleo centrale si collocano, come perle, le salette conferenze più piccole; una configurazione che permette di collegare tra loro le diverse aree dell’edificio, rendendo più agevole e breve ogni spostamento tra un’unità e l’altra del complesso. La maggior parte delle sale conferenze e delle aree di circolazione sono raggiunte dalla luce naturale che penetra dall’alto.
La configurazione aperta e fluida del teatro e delle sale conferenze, posti sul piano principale del complesso, crea un impianto di tipo urbano, con piazze e strade che non solo facilitano l’orientamento del visitatore grazie alla presenza di veri e propri “indirizzi” identificabili, ma danno altresì vita, tra una sala e l’altra, a tutta quella serie di luoghi di incontro informali, aree relax e ristoro, con vista sull’esterno, necessari a creare la giusta atmosfera di un moderno centro congressi.
L’accesso all’area parcheggi, di consegna merci e smaltimento rifiuti si trova sul lato sud ovest del complesso, la via d’accesso principale rimane dunque libera da mezzi in transito. L’ingresso principale sul lato mare si colloca in corrispondenza dell’area destinata a futuri interventi, si trova ad esempio sulla via di accesso al futuro terminal per navi da crociera.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOne Ocean
Articolo successivoTori Tori Restaurant