Esporre prodotti non basta: nel suo primo showroom italiano Grohe intende anche creare un luogo di incontro, confronto e scambi tra architetti e professionisti, installatori e settore trade. Grohe ha aperto nel 2012 il suo primo showroom italiano a Milano, in via Crocefisso 19, nel cuore della city economico-finanziaria di Milano, il terzo nel mondo dopo Singapore e New York. Lo spazio espositivo è ospitato in una palazzo di prestigio dove l’intera filiale italiana si è trasferita da Cambiago. Il trasferimento a Milano di tutte le attività Grohe non è solo una scelta di tipo funzionale, ma si inserisce in una strategia di più ampio respiro che ha portato l’azienda a volersi avvicinare anche fisicamente ai propri target principali di riferimento, professionisti e consumatori finali, per stabilire con loro un contatto più diretto invitandoli a sperimentare in prima persona l’universo di valori dell’azienda. La location nel centro di Milano si offre inoltre più facilmente a occasioni di incontro e scambio culturale. Non a caso, al piano superiore è stata allestita un’ampia sala che ospiterà 50 postazioni dove periodicamente saranno organizzati degli incontri tra architetti e professionisti, installatori e settore trade, per rendere lo spazio Grohe il ‘meeting point’ per i professionisti dell’arredobagno.

 

Lo spazio propriamente dedicato all’esposizione dei prodotti è distribuito su due piani e copre una superficie totale di oltre 800 mq. Al piano terra si trovano le novità del nuovo brand Grohe SpA, presentato in Italia appena un anno fa, che comprende diverse collezioni di prodotti per trasformare il proprio bagno in una vera e propria “SPA domestica”, una full immersion nell’industrial design applicato alle tecnologie più avanzate nel campo del benessere, della cura di sé e del consumo sostenibile dell’acqua. Al primo piano sono invece esposte le collezioni bagno, cucina e project, per dare al visitatore una visione a 360° del mondo Grohe. Al centro della sala si trova una grande vasca espositiva dove sono state installate le ultime novità dell’azienda in termini di soffioni doccia ad incasso e manopole doccia per mostrare al visitatore, al designer e al progettista la flessibilità di installazione e la possibilità di personalizzare la propria doccia a 360°. Un’intera parete è occupata dai miscelatori temporizzati ed elettronici e dalla raccolta di piastre di azionamento che si contraddistingue sul mercato per ampiezza di gamma e per le numerose finiture disponibili.

La particolarità dello showroom milanese è che tutta la rubinetteria esposta è funzionante e in grado di dimostrare le proprie funzionalità. Il concept a livello internazionale è stato ideato da Paul Flowers, il designer di molte delle collezioni Grohe, mentre il progetto per la sede italiana è stato customizzato dall’architetto Ernesto Meregalli.