Winter Cabin

151 | microarchitecture

progettista: OFIS

luogo: Mount Kanin, Slovenia

anno: 2016

La sfida è quella di installare costruzioni reali, rifugi in scala 1:1, su siti remoti, esposti a condizioni atmosferiche estreme, a variazioni termiche radicali, alla neve e su terreni accidentati. Le condizioni proibitive determinate dalla presenza di vento, neve, slavine, dall’irregolarità del terreno e dagli agenti atmosferici richiedono risposte specifiche in termini architettonici, a livello di forma, struttura e concetto.

photo by Janez Martincic

photo by Janez Martincic

Poiché il sito è raggiungibile esclusivamente a piedi, per scalata, o via elicottero; i moduli e i carichi devono essere preparati rispettando limiti stabiliti di peso ed equilibrio. La posizione della costruzione, inserita in un contesto selvaggio, esige il rispetto delle risorse naturali, il rifugio deve pertanto risultare stabile pur esercitando il minimo impatto sul terreno.

photo by Janez Martincic

photo by Janez Martincic

Il Monte Canin svetta sulla cittadina di Bovec e su una serie di bei resort che costellano la valle. La zona è rinomata per due battaglie importanti che vi si svolsero durante la prima guerra mondiale, i soldati combatterono infatti lungo il fronte del fiume Isonzo e diverse sono le testimonianze di tali battaglie presenti nell’area. La scelta del luogo in cui collocare il rifugio è avvenuta in collaborazione con l’associazione alpinisti del luogo (PD Bovec), da quel particolare punto infatti si può godere di una vista a 360° sul versante sloveno e italiano, si può ammirare il Monte Tricorno, l’intera valle dell’Isonzo e il mare Adriatico. Il rifugio diventerà meta per escursionisti, scalatori, esploratori di grotte, alpinisti, amanti della natura e romantici.

Carmel Place

Lo studio nARCHITECTS ha progettato gli spazi esterni ed interni del Carmel Place con l’obiettivo di realizzare un nuovo modello abitativo, replicabile e sistemico, per New York ma anche per…

Mandarin Oriental Hotel

Il progetto ha previsto il recupero di quattro edifici storici di una strada marcatamente milanese, con caratteri e vicissitudini molto diversi, per rivelare uno spaccato della Milano “interna” molto particolare….

R·torso·C

“Vogliamo un’architettura caratteristica, con una finitura di cemento a vista, che sia anche responsabile dal punto di vista ambientale”. photo by Toshihiro Sobajima Nel rispetto di tali parole del cliente,…

Airbnb

Lo studio Threefold Architects ha terminato la nuova sede britannica di Airbnb, che si colloca a Londra, nell’area di Clerkenwell, all’interno di un vecchio deposito. Il progetto vuole esprimere al…

area 151+ custom-made

presentazione/introduction Custom-made Objects made to measure text by Laura Andreini interviste/interviews Emotional spaces a dialogue with Karim Rashid interview by Laura Andreini Artisans without limits a dialogue with Riva1920 interview by Laura Andreini…

Hotel Barceló Torre de Madrid

Intriso di riferimenti storici e culturali spagnoli, lo studio Hayon ci conduce in un viaggio per immagini attraverso il passato del paese, mescolando dettagli architettonici che rievocano gli archi romani…

Songpa Micro-Housing

Quello della densità urbana e del costo dell’edilizia residenziale è un problema di portata globale. Se da un lato vanno aumentando tipologie abitative di piccole dimensioni, dall’altro il fenomeno delle…

Paco

Paco è una scatola cubica di 3x3x3 metri, dotata di un “coperchio” che si apre a un’angolazione specifica. Si pone a metà strada tra l’architettura e un elemento d’arredo; è…

area 151 – microarchitecture

presentazione/introduction Small works text by Marco Casamonti intervista/interview Microarchitecture and minimal habitat a dialogue with Michele De Lucchi interview by Laura Andreini letture critiche/critical lectures Microarchitecture or macrodesign? Temporary Italian design for emergency text…

Pubblica i tuoi commenti