Resina, malta ceramizzata, pietra tridimensionale, carta da parati e pelle sono solo alcuni dei nuovi materiali che creano un’estetica molto particolare in bagno. Ma sono anche trattati per offrire prestazioni tecniche invidiabili.

 

Una jungla di canne di bambù si sviluppa a parete, creando un ambiente dal design organico dall’atmosfera particolare. Bamboo di 3D Surface è realizzato con malta ceramizzata fibrorinforzata per interni ed esterni. La posa delle lastre, cm 70x100x3h, avviene con incollaggio, stuccate le giunture le superfici assumono un aspetto fluido e continuativo. Compresa questa, sono sedici le decorazioni disponibili, disegnate da Jacopo Cecchi sotto la direzione artistica di Romano Zenoni.

Siete alla ricerca di rivestimenti innovativi e particolari per il bagno che lo rendano unico e originale? Sono numerose le alternative alla ceramica, il materiale più usato per la praticità e la disponibilità di una vastissima gamma di colori e decori. Negli ultimi anni stanno però aumentando alcune soluzioni insolite e fuori dall’ordinario che permettono risultati estetici, in alcuni casi, sorprendenti e ricchi di immaginazione, la cui caratteristica più importante è spesso quella dell’unicità del risultato.

Solchi affiancati a intervalli irregolari, eseguiti con particolari utensili, rendono particolare le lastre di marmo: si tratta della finitura Velvet di Margraf. Cinque sono le tonalità disponibili, chiare come Bianco Gioia, Bianco Statuario, Bianco Venezia, Calacatta o più calde come in Grigio Tao. Disponibile in marmette cm 61×30,5x1h o in mosaico cm 5×5.

“La volontà è stata quella di disegnare una collezione accattivante che potesse abbracciare una serie di decori dal design più vario”. Così il designer Jacopo Cecchi parla delle possibilità estetiche offerte dalla malta ceramizzata fibrorinforzata, con cui ha ideato un’intera collezione, e continua: “date le forme e gli spessori rilevanti di alcune texture, è stato fondamentale cercare un materiale che potesse risaltare la qualità estetica delle forme e, allo stesso tempo, che fosse molto resistente e maneggevole. Questi rivestimenti scultura inoltre riescono ad unire il forte impatto scenico ad una funzione di isolamento ed assorbimento acustico. È un rivestimento adatto ad ogni ambiente, sia interno che esterno, personalizzabile con il colore e con la luce, dove il chiaroscuro prende la scena e anima la parete”. In effetti i risultati sono sorprendenti e colpiscono per il dinamismo e la tridimensionalità, con decori che creano l’effetto dell’acqua sulla parete, di un intreccio di canne di bambù, delle dune sabbiose o del capitonnè imbottito dei divani.

La carta da parati verniciabile su supporto tessuto non tessuto è adatta anche in bagno; è permeabile al vapore acqueo e resistente al fuoco. Patent Decor è un brevetto tedesco, distribuita da Agena ed è disponibile in 180 grafiche diverse, con disegni geometrici, floreali, arabeschi, grafici o tinta unita, da finire con un’apposita vernice ad acqua che personalizza il decoro.

Tra i nuovi e innovativi materiali più usati in bagno rientra la resina, essendo duttile e trasformabile, ha anche il vantaggio dell’unicità, poiché permette di realizzare rivestimenti diversi per ogni bagno. È possibile, ad esempio, scegliere il colore, l’aspetto lucido o opaco, la consistenza ruvida o liscia oppure creare un effetto  lapideo, e, una volta posata, ogni superficie in resina è diversa dalle altre. Su pavimenti e pareti rivestiti in resina si possono creare opere d’arte personali, ad esempio con decori ideati su misura. Inoltre tutte le superfici vengono rivestite in totale continuità e non c’è alcuna interruzione per fughe o fessure; ciò crea un vantaggio estetico ma anche di igiene. Un bagno rivestito in resina è perfettamente impermeabile e resistente all’aggressione di detergenti, saponi, profumi, sostanze acide. Ulteriore vantaggio è il fatto che il pavimento in resina può essere facilmente sovrapposto al pavimento preesistente, riducendo i costi della ristrutturazione.

Il disegno dei decori è esotico e trae ispirazione dall’India. Murogrò Living di Jannelli&Volpi è un rivestimento murale, realizzato su supporto vinilico, lavabile anche con detergenti delicati, inoltre è resistente alla luce e ha certificazione ignifuga. Nell’immagine la grafica è di tipo floreale sui toni del beige/rossiccio, ma sono disponibili anche altri colori e decori rigati, damascati, cachemire o tinta unita.

Anche le pietre si rinnovano e consentono di creare anche in bagno risultati estetici insoliti che abbinano la piacevolezza e l’unicità del materiale naturale, con l’originalità della lavorazione e del decoro: ne sono esempi gli effetti tridimensionali, le incisioni, i decori ispirati ai tessuti, i disegni grafici o le colorazioni particolari. “Un rivestimento in marmo lavorato in 3D”, ci dice il designer Raffaello Galiotto, “aggiunge alla texture estetica la specificità del colore, della grana e delle venature della materia prima che variano da blocco a blocco. La texture va a sovrascrivere il disegno naturale della pietra e mette in rilievo la dimensionalità figurativa. Questa disomogeneità naturale della pietra diventa valore nel  valore e dona unicità al prodotto”.

Pelli pregiate sono la materia prima dei pannelli a parete Waternatural di Studioart, una linea caratterizzata dalle venature e sfumature naturali di colore del pellame. Un trattamento con soluzioni idro-oleorepellenti protegge e nutre la pelle, rendendola adatta anche per bagno o cucina. Undici i colori, dal beige al cognac, testa di moro o blu, con finitura piatta, bombata o con cucitura. Diversi i formati da cm 60×60 a cm 2,5×2,5.

Carta da parati e pelli sono materiali che fino a poco tempo era difficile immaginare in bagno ma che adesso, grazie agli sviluppi della tecnologia, si possono utilizzare per il rivestimento delle pareti. In genere sono impermeabili e lavabili e offrono grandi possibilità estetiche proprio per la particolarità dei materiali, la loro tessitura e la superficie al tatto e alla vista diversa dalle altre. Tanti i colori e i decori che permettono di sbizzarrirsi in molteplici soluzioni.

 

[nggallery id=22]