area 108 | Mexico City

architect: GDU

location: Mexico City

year: 2007

L’obiettivo del progetto era creare un centro uffici ad alto livello tecnologico da adibire a call center e centro assistenza. Il campus sarà composto da 6 edifici per uffici per una superficie totale di 120.000 mq e da un parcheggio con 3.500 posti auto. Comprenderà inoltre una serie di negozi, ristoranti e centri di assistenza. Il nostro studio è stato contattato per revisionare il master plan ed eseguire la progettazione degli esterni. Inoltre ci siamo occupati dell’edificio per la reception, il bar, le aree pergolate, oltre a un piccolo centro di transito e a una stazione di polizia posizionati in un sottopassaggio adiacente. Il progetto si sviluppa attorno ad alcuni principi cardine:
A) Acqua. I paesaggisti, in collaborazione con un’équipe di ingegneri, hanno sviluppato un sistema per raccogliere l’acqua piovana dal tetto degli edifici e dei centri commerciali, convogliarla in contenitori e inviarla a pozzi sotterranei per rigenerare la falda acquifera cittadina. Inoltre, l’acqua di scarico dei servizi igienici viene utilizzata in loco, convogliata in piscine e fontane e riutilizzata per irrigare giardini e parcheggi. Qui l’acqua piovana è assorbita e filtrata da blocchi di pietra lavica, per poi essere impiegata nell’irrigazione degli alberi e del prato.
B) Persone. Un altro aspetto importante è la facilità di orientamento all’interno del campus. Questo avviene grazie ai tre principali giardini che si trovano sul sito, e che forniscono un’identità e un senso di familiarità al luogo. Il primo, all’ingresso, è il giardino “civico”, seguito dal giardino “centrale“, tutto naturale e dal giardino “silenzioso“.
C) Progettazione. I paesaggisti hanno collaborato intensamente con il cliente, la società immobiliare, e gli architetti incaricati della progettazione degli uffici per definire il master plan. Abbiamo realizzato edifici di supporto e complementari e partecipato alla progettazione della scultura verticale, simbolo del progetto, delle panchine, piscine, dei giardini e dei centri commerciali. Inoltre, abbiamo coordinato il sistema di illuminazione esterna, i flussi di traffico, i movimenti pedonali e il sistema idraulico.
D) Estetica. Lo scopo del progetto era quello di creare una serie di ambienti piacevoli, garantendo la presenza e il riutilizzo delle risorse idriche. Altro obiettivo era quello di trasformare una parte della città, di natura industriale, in un‘area post-industriale, promuovendo il settore terziario. In questo modo si potrà modificare un quartiere di Città del Messico non ancora considerato interessante dalle tendenze attuali del mercato.

Grupo de Diseño Urbano was established in 1977 by Mario Schjetnan and José Luis Pérez. It is an interdisciplinary design association geared to produce integrated concepts of environmental design, connecting architecture, landscape architecture and urban design in spatial, aesthetic and social contexts. Our design philosophy is based on the conviction that urban and  rural environmental design must be transformed by means of a creative process, in balance with nature, and carefully looking to local culture, climate and surroundings; involving the participation of the client or user. Projects are set up in an interdisciplinary form and based, depending on its characteristics, with the advice of specialists in art, social sciences, economics, environment, finance, ecology, civil and systems engineering. Our goal is to achieve imaginative and contemporary solutions to old, new or every day design problems. These solutions have to be feasible, efficient and aesthetic, with the conservation and the improvement of the environment.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAmsterdam Complex
Articolo successivoFalcon Headquarters