area 127 | identity of the landscape

architect: schneider+schumacher architects

location: Frankfurt am Main, Germany

year: 2012

Il nuovo edificio va ad aggiungersi al giardino terminato agli inizi del ventesimo secolo, anch’esso pensato come un ampliamento del museo originale, costruito nel 1878. La nuova sezione del museo, progettata dallo studio schneider+schumacher, sarà interrata proprio sotto al giardino dello Städel.
L’accesso al nuovo spazio espositivo si colloca su un asse centrale, che parte dall’entrata principale del museo sul lato fiume. Grazie a due timpani aperti rispettivamente a sinistra e a destra nell’atrio d’ingresso del museo, i visitatori potranno raggiungere il Metzler Foyer; da qui una scalinata li condurrà ad un livello sottostante fino all’ampliamento, 3000 metri quadrati ricavati sotto il giardino. Soffitti eleganti, ricurvi e apparentemente leggerissimi ricoprono tutto lo spazio espositivo. I 195 lucernari circolari, dal diametro variabile tra 1,5 e 2,5 metri, inonderanno gli ambienti di luce naturale, creando contemporaneamente un interessante motivo decorativo sul terreno del giardino sovrastante. All’esterno, le verdi protuberanze a cupola, su cui i visitatori potranno camminare, conferiscono al giardino un aspetto unico, rendendolo elemento architettonico caratteristico del museo.
“Francoforte non ci guadagnerà solamente un nuovo spazio espositivo unico nel suo genere, ma un edificio “verde” assolutamente al passo con i tempi”. Gli ambienti creati sotto il giardino, spaziosi e inondati di luce naturale, ospiteranno una sezione dedicata all’arte contemporanea.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCasa Boza-Camus
Articolo successivoJoanneum Museum Extension