area 101 | álvaro siza

architect: Álvaro Siza

location: Gondomar, Portugal

year: 20012007

Situato alla periferia est della città di Porto, il complesso di Gondomar comprende un edificio principale destinato alle attività propriamente sportive e un altro più piccolo dedicato a quelle culturali, pedagogiche e ad ospitare piccoli congressi o riunioni. Siza voleva attribuire al complesso un ruolo di coordinamento all’interno di un ambiente caotico, tipico di una periferia eterogenea. Lo progettò proprio con questo spirito: una struttura dai volumi ben definiti, chiaramente destinata ad attività pubbliche, anche per le sue dimensioni che lo fanno emergere in un ambiente piuttosto anonimo, però risolutamente orientato alla proprietà privata. Si tratta di una prima affermazione di urbanistica in un luogo che non aveva ancora conosciuto una reale strategia urbana.

photo by Duccio Malagamba

Questo complesso si compone di tre elementi distinti: una sala di forma ellittica di 104 m per 84 m, con altezza tra i 15,5 m e i 21,4 m, un corpo che si sviluppa su pianterreno e primo piano che riunisce tutti i servizi sportivi e le sale riunioni riservate alle conferenze e infine una dépendance, adiacente ai servizi, che ospita un secondo centro sportivo e dotata di una tettoia in cemento armato di notevoli dimensioni che forma una sorta di vela arcuata supportata da due piloni di sostegno ornati da un’enorme grondaia, che si rivela l’unico motivo scultoreo di questo edificio di mattoni a vista. La parete doppia della struttura ellittica ospita i servizi attigui al campo sportivo principale e destinati al pubblico.

photo by Duccio Malagamba

Gli accessi sono situati proprio nel punto di collegamento tra il padiglione principale e l’edificio annesso, dando l’impressione generale che le uniche aperture del volume siano le uscite di emergenza regolarmente distribuite secondo una chiara cadenza. L’arena ha un aspetto molto semplice, con quattro tribune di cemento armato, una su ogni lato del campo, la cui parte bassa è mobile e smontabile, posata su profili metallici indipendenti dalle facciate. Questa composizione appare un po’ insolita per Alvaro Siza: soltanto la costruzione scultorea a forma di vela ricorda il suo personale linguaggio. Ecco quindi un’eccellente dimostrazione della sua adattabilità e della capacità di diversificare la scelta di una tipologia che è sempre occasione di innovazioni di grande qualità.
F.B.

 

progetto: Pavilhão Multiusos de Gondomar
date: 2001-2007
architetto: Álvaro Siza
collaboratori: Estudo Prévio (Edison Okumura)
assistenza tecnica: António Mota (coordinator) José Pelegrin (co-coordinator), Cristina Ferreirinha, Juan Socas, Mateo Muro, Gonçalo Campelo
direttore dei lavori: Sara Matias, Jorge Leal
strutture: João Maria Sobreira
impianto elettrico: Alexandre Martins, Fernando Aires
impianto meccanico: Raul Bessa
impiano idraulico: Raquel Fernandes, Alexandre Santos
consulenti: Instalações Desportivas, Dimas Pinto
acustica: Phillip Newel, Sérgio Castro
cliente: Câmara Municipal de Gondomar
impresa: Alberto Martins de Mesquita, Ferreira Construções – Pavilhão Multiusos de Gondomar, ACE
foto: Duccio Malagamba

CONDIVIDI
Articolo precedenteIbere Camargo Museum
Articolo successivoAdega Mayor Winery