area 127+ | colour in design

architect: i29 interior architects

location: Delft

year: 2012

Qual è il vostro colore preferito? E quale quello che identifica di più i tuoi progetti?
Non abbiamo nessun colore preferito.
Ogni prodotto o spazio possiede una propria qualità e, di conseguenza, cerchiamo una soluzione particolareggiata sul momento.

Luce, materiale, colore: in che modo dialogano i tre elementi nei vostri progetti?
Abbiamo una predilezione per i materiali puri.
La chiarezza e la semplicità sono molto importanti nel nostro lavoro. Inoltre, in un progetto, in genere, non usiamo più di due o tre colori o materiali diversi. Non rifiutiamo nessun materiale o colore. Ma i materiali finti non vengono mai usati a meno che con il loro uso non si intenda asserire qualcosa. Il nostro lavoro il più delle volte è per gli esseri umani e quando progettiamo cerchiamo di tenerlo bene a mente. Per cui che cosa soddisfa le sensazioni? Che cosa eleva lo spirito? Che cosa scatena la creatività? Può essere di tutto…ma, spesso, la chiarezza, lo spazio e la luce sono la scelta primaria.

Quanto conta il colore per il successo dei vostri progetti?
Usiamo il colore solo se si intona con il progetto, con il cliente e con lo spazio stesso. Crediamo che ogni situazione sia diversa ed è per questo che cerchiamo delle soluzioni particolareggiate, non standardizzate bensì personali e specifiche. La suddivisione dello spazio, spesso, viene definita quando si cerca la migliore soluzione possibile per lo spazio e le sue potenzialità. Mentre si cerca questa soluzione si lavora in un modo molto istintivo e astratto. Di conseguenza, si cerca di progettare quanto più possibile durante il design degli interni, e questo comprende anche l’arredamento
e i piccoli oggetti. L’arredamento oggi occupa un posto speciale poiché è con esso che ci piace progettare molte delle nostre soluzioni. Questo porta spesso a situazioni molto pratiche ma spesso anche nuove. Per noi questo è anche un aspetto innovativo del lavoro di progettazione.

Che ruolo gioca il colore nella progettazione d’interni di un ufficio o di una casa e, in particolare, per il vostro progetto SOCIAL 01?
Nella relazione che comunicava la nostra candidatura al Great Indoors Award siamo stati elogiati per il nostro modo di usare il colore: la relazione della giuria del Great Indoors Award del 2009/Azienda dell’anno per la progettazione d’interni: “Il fatto che questo studio, in precedenza, sia già stato candidato altre due volte nelle categorie Concentra & Collabora e Offri & Facilita, mostra il potere di convinzione dei progetti di i29 Interior Architects.

Agli occhi della giuria lo studio ha dimostrato di essere capace di collegare le componenti architettoniche a studi intensivi delle superfici che raggiungono il massimo effetto attraverso l’uso di un colore o di una tipografia. Lo studio presenta un metodo con cui l’architettura e l’architettura d’interni pervengono assieme a un modello combinato”.
Noi non progettiamo cose come fa la maggioranza, noi non disegniamo ciò che c’è. Ciò che tentiamo di fare davvero è, letteralmente, progettare lo spazio. E lo possiamo fare soltanto disegnando il materiale fisico. Ma è un approccio completamente diverso ed è ovvio che porti a dei risultati sorprendenti.
Un’altra cosa che posso dire sullo spazio è che cerchiamo di vederlo come una composizione, come nella musica. Nella musica il silenzio è essenziale alla musica stessa. È la stessa cosa con lo spazio. Lavoriamo con le strutture e i ritmi in un modo elementare e piuttosto astratto, non con impostazione e stile. Nel progetto di Combiwerk il colore è stato usato per rendere visibile una disposizione dello spazio. L’edificio stesso ha la forma completamente chiusa di un monolite grigio.
Lo stesso grigio lo si ritrova, all’interno, nelle pareti, nei pavimenti e nei soffitti. Per creare contrasto abbiamo messo delle isole colorate in ogni parte dell’edificio. In un modo quasi fiabesco, l’edificio contiene dei giardini segreti pieni di colore e vitalità che possono essere letti come un riferimento al contrasto tra apparenze esteriori e ricchezza interiore. È nostra convinzione che ogni persona sia unica e speciale e ciò conta persino di più nei casi meno ovvi. Ci sono molte sfumature e varietà nel definire chi o che cosa, nessuno può essere caratterizzato da un solo aspetto di quell’essere.
Questo tema lo abbiamo tradotto negli interni in un modo astratto usando il colore in molte tonalità diverse e anche attraverso l’ampia varietà di sedie.

CONDIVIDI
Articolo precedenteDo-Lo-Rez
Articolo successivoWine store