architect: Foster + Partners

location: Narbonne, France

year: 2015

E’ stata ufficialmente posata la prima pietra per la costruzione del MuRéNA, il Musée Régional de la Narbonne Antique firmato da Foster+Partners, risultato di un concorso internazionale di progettazione vinto nel 2012. Il museo ospiterà l’impressionante patrimonio composto da reperti antichi, edifici e siti archeologici, rinvenuti in questa regione del sud della Francia dal momento in cui la città di Narbonne divenne uno dei maggiori porti dell’Impero Romano. Il progetto di Foster + Partners, ideato in collaborazione con Studio Adrien Garderen, specializzato in progettazione museale, si incentra prevalentemente sulla collezione composta da più di 1000 antichi rilievi funerari in pietra, recuperati dalle mura medievali della città durante il 19° secolo. I reperti saranno esposti in modo da suddividere le gallerie pubbliche dagli spazi dedicati al restauro, anch’essi accessibili a gruppi organizzati, dove poter apprezzare il lavoro di archeologi e ricercatori e utilizzare un display interattivo per poter riconfigurare i reperti, strumento attivo per l'apprendimento. Il museo presenta una struttura rettilinea e regolare, sormontata da una copertura prefabbricata in cemento, adatta a fornire inerzia termica e sostenibilità ambientale. La copertura è intervallata da lucernari pozzi e si estende a sbalzo per offrire riparo e zone d’ombra all’antistante piazza pubblica intorno al museo. L'edificio comprende gallerie per mostre permanenti e temporanee, un centro di educazione multimediale e una biblioteca, spazi per il restauro e la conservazione strutture e una zona amministrativa. MuRéNA diventerà un nuovo punto di riferimento alle porte della città in relazione col paesaggio circostante del Canal du Midi, richiamando nelle sue sistemazioni esterne, i giardini francesi e i cortili romani; verrà creato anche un anfiteatro per proiezioni ed eventi all’aperto.
“…Questo progetto, è un’opportunità per mostrare a tutti l’illustre storia di Narbonne. Ispirato dalla natura e dall'affascinante collezione dei reperti romani, l'edificio ambisce a rafforzare i legami tra il paesaggio e l’incredibile passato della regione, oltre ad voler rappresentare un importante centro per la ricerca, il restauro e l’interpretazione della storia dell’antichità della regione…" Spencer de Grey, co-responsabile del progetto, Foster + Partners

Cliente: Région Languedoc Roussillon
Architetto Foster + Partners
Foster + Partners Design Team
Norman Foster, David Nelson, Spencer de Grey, Grant Brooker, Andy Bow , Roger Ridsdill-Smith , Piers Heath , Hugh Stewart
Filipo Bari, Trevor Barrett, Amanda Clemente, Niall Dixon-Payne, Peter Donegan, Carole Frising, Ed Garrod, Vagelis Giouvanos, Stephanie Gracies, Ricardo Candel Guerrea, Andres Harris, Helene Huang, Angelika Kovacic, John Larkey, Simon Oliphant, Raffaella Panella, Alex (Zhen) Qian, Camilla Tufte Sand , Daniel Skidmore, Babak Niai Tizkar
Collaboratori: Jean Capia + Jean-Louis Fulcrand
Consulente Museo: Studio Adrien Gardere
Ingegneria Strutturale Foster + Partners / Oger
Incarico: 2011
Superficie area: 21,900 sqm
Superficie lorda edificio: 9,689 sqm

CONDIVIDI
Articolo precedenteXixi Wetland Estate
Articolo successivoDryer Plus by Deltacalor