Premio Dedalo Minosse: i vincitori dell’edizione 2016/2017

Si è tenuta il 23 Giugno 2017 la cerimonia di premiazione dei vincitori della decima edizione 2016/2017 del Premio Dedalo Minosse, promosso da ALA Assoarchitetti e dalla Regione del Veneto. Palladiani i luoghi di svolgimento della manifestazione messi a disposizione dal Comune di Vicenza: il Teatro Olimpico, emozionante cornice della cerimonia di Premiazione e il Palazzo Chiericati, sede della Mostra, luoghi che costituiscono un richiamo internazionale per il mondo degli architetti e committenti, che dal Giappone, India, Filippine, gli USA, il Sud America, l'Europa e tutta Italia si sono uniti a questa festa. Sul palco del Teatro Olimpico, davanti a un pubblico di 500 persone, sono infatti saliti committenti e architetti, italiani e stranieri, che hanno ricercato nell'opera che andavano a realizzare un valore per la comunità. A consegnare i Premi personalità del panorama internazionale, istituzioni, sponsor e partner del Premio. La serata è stata condotta da Alessandra Comazzi, giornalista de La Stampa, assieme all'architetto Giorgio Scianca, direttore responsabile di Archiworld.tv. Ospite speciale l'alpinista Reinhold Messner. L'esploratore e scrittore italiano, noto al grande pubblico per essere stato il primo alpinista al mondo ad aver scalato tutte le quattordici cime del pianeta che superano gli 8.000 m sul livello del mare, spesso da versanti o in condizioni di eccezionale difficoltà (una di queste ha ispirato il film Nanga Parbat), è stato protagonista del Premio Andrea Palladio Italia con il progetto Messner Mountain Museum, per la sua promozione della cultura della montagna.

Premio Dedalo Minosse

Premio Dedalo Minosse

Tra i committenti premiati spiccano nomi di grande rilievo, quali il Birmingham City Council, Comune di Salerno, Confederazione Svizzera, Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze, Région Hauts de France, Reinhold Messner. Tra gli architetti premiati, nomi noti del panorama mondiale come Dante O. Benini, Mecanoo architecten, Natalini Architetti, Philippe Prost, Volker Giencke & Company, Zaha Hadid Ltd, presenti accanto a giovani architetti Under 40, che rappresentano il 25% del totale di questa edizione, tra i quali EDAA Luis Arturo García, Juan Hernández, DEMOGO studio di architettura con gli architetti Alberto Mottola, Simone Gobbo, Davide De Marchi.
Il punto di forza del Premio Dedalo Minosse risiede, infatti, oltre che nel porsi come punto d'incontro tra la cultura architettonica contemporanea e la società, anche nel consacrare accanto ai grandi progettisti, nomi ancora poco noti, ponendo in luce il ruolo di arricchimento sociale apportato dal committente, nel promuovere l'attività progettuale dei giovani quale futuro patrimonio della collettività.
Il Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura è stato assegnato quest'anno a Philippe Prost per la realizzazione dell'opera "The ring of remembrance", un memoriale internazionale sulla collina di Notre-Dame-de-Lorette, che celebra il centenario della Prima Guerra Mondiale, committente la Regione Hauts de France. "Un progetto che cerca di sopraffare l'orrore della Guerra attraverso la commemorazione dei suoi combattenti, per ricordarci costantemente l'importanza della pace e offrire all'Europa una pacifica visione del futuro", ha spiegato Bruno Gabbiani, Presidente di Ala-Assoarchitetti.

Alla premiazione è seguita l'inaugurazione della mostra a Palazzo Chiericati, dove centinaia di persone si sono avvicendate nei suggestivi sotterranei Palladiani del Chiericati Underground dove l'area archeologia e le sale voltate creano un contrasto con l'architettura contemporanea dei progetti selezionati. Il legno delle strutture di allestimento e il policarbonato semitrasparente di tavoli e pareti espositive, si fondono con le luci soffuse dell'ambiente e suggeriscono un'emozione al visitatore. Tutto l'allestimento è sostenibile e riciclabile. La mostra resterà aperta al pubblico dal 23 giugno al 16 luglio. Nelle sale il pubblico potrà conoscere, attraverso disegni, foto, testi, video e plastici i committenti selezionati dalla giuria: i 4 Premi Principali: Premio Internazionale Dedalo Minosse, Premio Internazionale Dedalo Minosse Occam U.40, Premio ALA e Premio ALA U.40; i Premi Palladio Italia e Palladio Internazionale; i 10 i Premi Speciali tra i quali il Premio Speciale Stanislao Nievo, dedicato al celebre scrittore ambientalista, il Premio Speciale della Regione del Veneto, il Premio Speciale Confprofessioni e Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, i Premi "Design for All", "L'Arca International" e "Confindustria Vicenza - Sezione Costruttori Edili e Impianti". 10 sono invece i committenti segnalati, in particolare ricordiamo la segnalazione del Comune di Vicenza. Esposti in mostra 51 ulteriori progetti e storie, pubblicati anche sul catalogo.
Completa la mostra, una breve esposizione di oggetti in argento di design, prodotti da Rossi&Arcandi per Cleto Munari e disegnati da architetti internazionali, come Hans Hollein, Carlo Scarpa, Giotto Stoppino, Tao HO, Dorek Sipek, Costantino Dardi e Ettore Sottsass, e un'esposizione di lavori artistici di Nino Mustica e Daniela Pellegrini, a cura di Fortunato d'Amico, dal titolo "Artitettura".

Quest'anno si è celebrato il ventennale dalla ideazione del Premio Dedalo Minosse, manifestazione unica nel suo genere, che, ci racconta Marcella Gabbiani "Nacque nel 1997 dall'intuizione dei fondatori di ALA Assoarchitetti, che riflettendo sulle difficoltà della professione, ha individuato in chi commissiona l'opera la figura chiave nel processo progettuale e realizzativo" e aggiunge "Premiare il committente per promuovere la buona pratica dell'architettura: questo lo scopo del Dedalo Minosse, un premio unico nel suo genere a livello internazionale. Uno strumento per aprire un dialogo interdisciplinare sui processi del costruire, coinvolgendo non solo architetti, ingegneri e progettisti in genere, ma sopratutto i committenti, pubblici e privati che hanno intrapreso un cammino verso la qualità, accompagnati da altre figure fondamentali, quali i costruttori, le aziende produttrici dei componenti, i decisori pubblici, gli esperti di settore, i media".
Grande è stata la partecipazione a questa edizione: oltre 400 le iscrizioni pervenute, con la partecipazione di quasi 40 Paesi da tutto il mondo, tra i quali Argentina, Filippine, Francia, Germania, Giappone, India, Perù, Russia, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Vietnam. Molto ampio e diversificato il target dei committenti composto da aziende (26%), governi e amministrazioni pubbliche (28%), privati (24%) ed enti, fondazioni, associazioni (22%).
L'interessantissimo e complesso panorama di tutte le opere partecipanti ha toccato come sempre ambiti eterogenei: abitazioni (24%), scuole (12%), uffici (8%), luoghi per la cultura (19%), luoghi di culto (5%), edifici produttivi (5%), aree commerciali (2%), spazi per la socialità (3%), strutture turistico/ricreative (3%), spazi verdi (5%), infrastrutture (14%). La valutazione della giuria non si è basata sulla dimensione del progetto ma esclusivamente la sua qualità, il suo significato, i suoi valori, il percorso che lo ha generato, la spinta innovativa, il valore ambientale, in un concetto di architettura come attività che implica una grande complessità e responsabilità da parte di tutti. Da tale approccio emerge in ogni dedizione una rassegna del fare architettura nel mondo che affianca grandi opere e piccoli manufatti densi di significato e contenuti.

Premi Istituzionali
PREMIO INTERNAZIONALE DEDALO MINOSSE ALLA COMMITTENZA DI ARCHITETTURA
Committente: Région Hauts de France
Progetto: Philippe Prost AAPP
Opera: The ring of remembrance
Realizzazione: 2014, Ablaint Saint Nazaire, Hauts de France, France

Premio Internazionale Dedalo Minosse

Premio Internazionale Dedalo Minosse

PREMIO INTERNAZIONALE DEDALO MINOSSE ALLA COMMITTENZA DI ARCHITETTURA - OCCAM UNDER 40
Committente:
Lilia Bazán
Progetto: EDAA Luis Arturo García, Design team: Juan Hernández, Jahir Villanueva, Antonio Rivas, Ana Rodríguez, Diego Ruíz, Construction team: Hans Álvarez, Yolibel Allende
Opera: Casa Meztitla
Realizzazione: 2013, Tepoztlán, Morelos, México

OCCAM Under 40

Premio OCCAM Under 40
PREMIO ALA ASSOARCHITETTI - FONDAZIONE INARCASSA
Committente:
Alastair Holberton
Progetto: Lazzarini Pickering architetti
Opera: "The Bluff" Villa in the Chilterns
Realizzazione: 2013, The Chilterns, Oxfordshire, United Kingdom

Ala-Fondazion Inarcassa

Premio Ala-Fondazione Inarcassa

PREMIO ALA ASSOARCHITETTI – UNDER 40
Committente:
Ville de Gembloux - Benoît  Dispa
Progetto: DEMOGO studio di architettura
Opera: Polo Municipale di Gembloux
Realizzazione: 2015, Gembloux, Namur, Belgium

Ala Under 40

Premio Ala Under 40

PREMIO ANDREA PALLADIO ITALIA
Committente:
Reinhold Messner
Progetto: Karl Spitaler, Robert Danz , Arnold Gapp, Werner Tscholl, Paolo Faccio, Enzo Siviero, EM2 Architekten Gerhard Mahlknecht, Kurt Egger, Heinrich Mutschlechner, Zaha Hadid Architects
Opera: MMM Juval - Castelbello (BZ), MMM Ortles - Solda all'Ortles (BZ), MMM Firmian - Castel Firmiano (BZ), MMM Dolomites - Cibana di Cadore (BL), MMM Ripa - Brunico (BZ), MMM Corones - Plan de Corones Brunico - Marebbe (BZ).
Realizzazione: 1995-2015 Provincia di Bolzano e Provincia di Belluno, Italia

Palladio Italia

Premio Palladio Italia

PREMIO ANDREA PALLADIO INTERNATIONAL
Committente:
Fernando Zobel de Ayala - Ayala Land
Progetto: William Higgins; AECOM - Master Planner; Leandro V. Locsin & Partners - Club House; Architecture International - Sea Breeze Verandas; Leandro V. Locsin & Partners; SOM and Leandro V. Locsin & Partners; Casas + Architects; Callison RTKL; GF & Partners; Skidmore, Owings & Merrill (SOM), PRSP; Conrad T. Onglao & Associates; Lor Calma & Partners
Opera: Anvaya Cove, Ayala Museum, Ayala Triangle Garden, Ayala Tower One, Bonifacio Global City Arts Center, Greenbelt, Nuvali Evoliving Center, Pangulasian Island, Roxas Triangle, The Mind Museum
Realizzazione: Philippines

Premio Palladio International

Premio Palladio International 

 

Pubblica i tuoi commenti