Mandarin Oriental Hotel

151+ | custom-made

progettista: Antonio Citterio Patricia Viel

luogo: Milan, Italy

Il progetto ha previsto il recupero di quattro edifici storici di una strada marcatamente milanese, con caratteri e vicissitudini molto diversi, per rivelare uno spaccato della Milano “interna” molto particolare. I lavori di ristrutturazione sono stati effettuati con l’obiettivo di adattare e convertire alla loro nuova funzione gli spazi preesistenti, mantenendo il più possibile l’originale struttura dei palazzi in modo da non alterarne il fascino e il valore storico.

pag 29 citterio-2

photo by Massimo Listri

La pavimentazione dell’ingresso al piano terra in pietra grigia crea continuità con i cortili di via Andegari per creare uno spazio di transizione per poi creare un rapporto forte interno-esterno con il Mandarin Bar vero spazio iconico dell’hotel. La forte connotazione del design del Mandarin Bar è basata su mosaici bianco e nero che rivestono pavimenti e pareti il grande bancone centrale e il mix di arredi diffondono un tocco di eclettismo. In contrasto l’atmosfera nelle camere e suite dell’hotel è più privata e riflette la raffinata estetica milanese in una miscela di eleganza e funzionalità che crea un’atmosfera residenziale e accogliente. I toni del beige si combinano delicatamente con il bianco e nero dei marmi per dare a questi spazi privati una sensazione di tranquillità e sobrietà. Ogni arredo presente nell’hotel è realizzato su misura e tutte le finiture sono state coordinate nei cromatismi e nei materiali. Nelle stanze gli arredi sono tutti realizzati seguendo un disegno originale e nelle aree pubbliche molti dei pezzi sono stati personalizzati esclusivamente per il progetto in termini di dimensioni, finiture e materiali.

Carmel Place

Lo studio nARCHITECTS ha progettato gli spazi esterni ed interni del Carmel Place con l’obiettivo di realizzare un nuovo modello abitativo, replicabile e sistemico, per New York ma anche per…

R·torso·C

“Vogliamo un’architettura caratteristica, con una finitura di cemento a vista, che sia anche responsabile dal punto di vista ambientale”. photo by Toshihiro Sobajima Nel rispetto di tali parole del cliente,…

Airbnb

Lo studio Threefold Architects ha terminato la nuova sede britannica di Airbnb, che si colloca a Londra, nell’area di Clerkenwell, all’interno di un vecchio deposito. Il progetto vuole esprimere al…

Winter Cabin

La sfida è quella di installare costruzioni reali, rifugi in scala 1:1, su siti remoti, esposti a condizioni atmosferiche estreme, a variazioni termiche radicali, alla neve e su terreni accidentati….

area 151+ custom-made

presentazione/introduction Custom-made Objects made to measure text by Laura Andreini interviste/interviews Emotional spaces a dialogue with Karim Rashid interview by Laura Andreini Artisans without limits a dialogue with Riva1920 interview by Laura Andreini…

Hotel Barceló Torre de Madrid

Intriso di riferimenti storici e culturali spagnoli, lo studio Hayon ci conduce in un viaggio per immagini attraverso il passato del paese, mescolando dettagli architettonici che rievocano gli archi romani…

Songpa Micro-Housing

Quello della densità urbana e del costo dell’edilizia residenziale è un problema di portata globale. Se da un lato vanno aumentando tipologie abitative di piccole dimensioni, dall’altro il fenomeno delle…

Paco

Paco è una scatola cubica di 3x3x3 metri, dotata di un “coperchio” che si apre a un’angolazione specifica. Si pone a metà strada tra l’architettura e un elemento d’arredo; è…

area 151 – microarchitecture

presentazione/introduction Small works text by Marco Casamonti intervista/interview Microarchitecture and minimal habitat a dialogue with Michele De Lucchi interview by Laura Andreini letture critiche/critical lectures Microarchitecture or macrodesign? Temporary Italian design for emergency text…

Pubblica i tuoi commenti