Art Mill International Design Competition

progettista: Elemental

luogo: Doha, Qatar

Lo studio Elemental guidato dal Premio Pritzker 2016 Alejandro Aravena, ha vinto il primo premio per il concorso Art Mill, che diventerà una delle più importanti gallerie d‘arte al mondo e landmark sul waterfront di Doha, città estremamente interessata alla valorizzazione dell‘arte contemporanea. Descritto dalla giuria come "un'opera serena, dove la struttura è l'architettura", il progetto si estende su tre lati della baia di Doha reinterpretando il linguaggio architettonico monumentale dei silos di grano che in passato venivano utilizzati per produrre pane e mira ad accrescere le sensibilità artistiche e a promuoverne la comprensione. 
Impegnato nell'esplorazione artistica ed architettonica contemporanea, il Qatar ha definito la sua capitale Doha destinazione d'arte globale. Il piano strategico nazionale del Qatar attraverso la valorizzazione il contemporaneo mira a ispirare le comunità locali e stimolare un'economia basata sulla conoscenza. La nuova istituzione completerà l'acclamata sequenza di musei dedicati all'arte di Doha, tra cui in particolare il Museum of Islamic Art (MIA) di I.M. Pei e il prossimo National Museum of Qatar di Jean Nouvel. Come un ponte tra culture diverse, il Mill Art intende stimolare nuove intuizioni, incoraggiare la ricettività, ampliare le sensibilità artistiche.

Elemental Art Mill Concept Design 2 copyright: Malcolm Reading Consultants and Elemental

Il sito misura 83,500 mq e ha un aspetto distintivo: tre lati sono aperti verso la baia di Doha e un lato è collegato alla città. Il processo industriale di macinazione del grano ha lasciato un'eredità affascinante che si può leggere negli spazi degli edifici esistenti sul sito, in particolare per gli spazi voluminosi e la scansione ritmica creata dai silos verticali. Alcuni degli edifici di Flour Mills possiedono un'autentica monumentalità in termini di posizionamento, scala e forme nobili. La riutilizzazione e l'adeguamento di queste strutture saranno parte integrante del progetto.
Oltre a comprendere gallerie e spazi espositivi, il museo includerà spazi didattici, sale per conferenze ed eventi, spazi per il deposito di opere e strutture per sostenere la comunità locale e fornire servizi per famiglie. L'integrazione tra edificio e l'ampio spazio esterno favorirà la creazione di spazi pubblici aperti sulla città secondo criteri di sostenibilità culturale. Adiacente e collegato al parco del MIA, a pochi minuti a piedi dalla famosa Corniche di Doha, il sito offre viste panoramiche sulla baia verso lo skyline del distretto finanziario.
Tramite questo concorso, l'ente banditore Qatar Museums cercava un architetto dalle eccezionali capacità, in grado di interpretare perfettamente i valori del progetto. La prima fase del processo di selezione è stata aperta agli studi di architettura con almeno sette anni di qualificata esperienza professionale. Doha, già sede di alcuni degli edifici più inventivi e creativi del mondo, in fase di completamento per le celebrazioni della World Cup nel 2022, attraverso l'Art Mill celebrerà immaginazione e creatività. L'Art Mill sarà un edificio dinamico, sostenibile, contemporaneo e fedele alle sue responsabilità sociali e culturali, rispettoso del patrimonio culturale del luogo.

tipologia: concorso di progettazione a partecipazione aperta
ente banditore: Qatar Museums and Malcolm Reading Consultants
iscrizione: 26 giugno 2015
esito: 15 maggio 2017

giuria:
Sheikha Al Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani
Sheikh Jassim bin Abdulaziz Al-Thani
Hassan Rashid Al-Derham
Harry Gugger
Akel I. Kahera
John Leighton
Jasper Morrison
Hiroshi Sugimoto
Chris Wise

finalista: Adam Khan Architects
finalista: Atelier Bow-Wow
finalista: EAA Emre Arolat Architecture
finalista: junya.ishigami + associates
finalista: Mangado & Asociados
finalista: Renzo Piano Building Workshop

Pubblica i tuoi commenti