architect: Wolfgang Tschapeller

location: Ithaca, New York

year: 2017

Ho Fine Arts Library
College of Architecture, Art, and Planning
Cornell University

"Il progetto per la Ho Fine Arts Library è un invito immediato e concreto a scoprire una straordinaria collezione, un unico grande volume che si svela, entrando, nella sua interezza. Attraverso una serie di scale a chiocciola siamo condotti all’interno di questo volume di conoscenza, ricerca, lettura e meraviglia.” Wolfgang Tschapeller , Architetto

La Cornell University ha deciso di dare nuova dimora ad una delle più insigni biblioteche di belle arti della nazione. L’ architetto Wolfgang Tschapeller (M.Arch. '87) è stato scelto nel 2013 come progettista per la FAL con l’obiettivo di reinterpretare architettonicamente in chiave contemporanea, le grandi sale di lettura e di ricerca delle collezioni classiche. La biblioteca diventerà quindi uno spazio in cui le persone potranno immergersi nei libri ma essere anche circondati da risorse digitali e opportunità di studio collettivo e diventerà il simbolo di benvenuto per tutti coloro che arriveranno al campus da nord o ne usciranno dal lato sud.

La collezione di belle arti presso la Cornell si posiziona tra le migliori in circolazione nel suo genere, contenendo materiali riguardanti tutte le discipline visive e di design della Cornell University, dalla storia dell'arte ai classici di architettura del paesaggio, dall’archeologia, alla pianificazione, alla museografia, dalle scienze alle belle arti. Investendo volutamente in risorse cartacee e non solo digitali, la Cornell si pone sempre più in difesa del manufatto fisico come risorsa accademica creativa durevole ed insostituibile per le arti visive.
Nel corso dei decenni, la collezione è stata ampliata ed approfondita, diventando non a caso  la collezione speciale più utilizzata a Cornell, in quanto fonte inesauribile di rara qualità. L’apertura del rinnovamento della biblioteca è previsto per il semestre autunnale 2017.
Di conseguenza l’involucro stesso della Rand Hall, che ospita la biblioteca, necessita di una radicale ristrutturazione al fine di adattare il nuovo programma. L'obiettivo architettonico è quello di rispettarne il passato e al tempo stesso proiettarlo nel futuro, al fine di innescare un dialogo temporale.
I quattro livelli della struttura contenente le scaffalature con i libri, conterranno circa 150.000 volumi e sono studiati in sezione in modo da creare ampi spazi di lettura individuale e di condivisione, gruppi di lavoro e di aggregazione. La scaffalatura, ascendendo verso il tetto, culminerà in una nuova sovrastruttura in copertura. Questa nuova “lanterna” sarà utile a fornire la giusta volumetria per ospitare il livello più alto della biblioteca e la giusta illuminazione allo spazio interno a doppia altezza.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteArtù by Ak47
Articolo successivoYardhouse