area 104 | introverted architecture

architect: Felipe Assadi & Francisca Pulido

location: Santiago, Chile

year: 2007

La richiesta del cliente, una agenzia immobiliare, prevedeva il progetto di una struttura ripetibile da potersi collocare su terreni con pendenza di circa il 25%. L’abitazione doveva essere destinata a una ipotetica famiglia standard con l’esigenza di una metratura non superiore ai 140 mq. Il cliente desiderava un progetto per una abitazione adatta alla vendita, con un design attraente e una facciata che avrebbe dovuto affascinare i possibili acquirenti. La casa sorge su un’area con un belvedere naturale verso la vallata di Chicureo, periferia della città di Santiago, una zona di crescita e sviluppo immobiliare di mediocre qualità dove anche i condomini posseggono ampie aree verdi. Si tratta di nuovi quartieri con riferimenti architettonici di ogni genere, dove lo stile sembra essere il miglior slogan per l’offerta. La controproposta dello studio, viceversa, prevede la creazione di un edificio in cui la facciata è totalmente svincolata dall’idea della “bella casa” che siamo abituati a immaginare. Il progetto dunque è quello di una casa priva di facciata che si sviluppa dal livello della strada verso il sottosuolo mantenendo l’iniziale condizione di belvedere naturale offerta dal sito. La casa Guthrie non è solo la risposta al problema della progettazione di residenze su terreni inclinati ma rappresenta anche una riflessione critica sul sistema immobiliare il cui scopo finale è vendere, a un buon prezzo, belle case, progettate da buoni architetti. In altre parole vendere moda.

project: Guthrie House
location: Santiago, Chile
architects: Felipe Assadi, Francisca Pulido
project date: 2005
construction date: 2007
site area: 840 sqm
photo by Guy Wenborne

CONDIVIDI
Articolo precedenteamphitheatre house
Articolo successivoHouse in Kohoku