Largo al bagno: oggetti di grandi proporzioni si propongono per le stanze da bagno concepite come luoghi sempre più pensati per lo “stare bene”, al di là delle loro funzioni primarie.

A ricordarci un poliedro di inusitata raffinatezza e di proporzioni importanti, la vasca Warp (180×90 cm) è realizzata in Corian e si inserisce in un più ampio sistema che prevede tutti gli elementi del bagno, compreso il rivestimento a parete. Firmata da Carlo Dal Bianco, questa collezione è caratterizzata da contemporaneità, unita a uno sguardo al passato che ci ricorda i rivestimenti esterni a bugnato dei palazzi nobili di un tempo. Grazie all’estrema flessibilità del materiale usato, il Corian appunto, permette agli oggetti di far parte della parete senza soluzione di continuità. Produzione di Rexa Design.

L’idea di una stanza da bagno spaziosa e vivibile, non più commisurata meramente al soddisfacimento delle esigenze di igiene personale, è entrata ormai nel nostro modo di pensare. In tal senso, anche le esigenze progettuali riferite a questo ambiente che sempre più diviene anche zona relax si sono modificate con un aumento della superficie da dedicare ai bagni, in modo da permettere l’inserimento di complementi super-size che meglio e sempre di più siano in grado di appagare le nostre necessità di benessere e compiacimento estetico.

Gioca sulla dimensione della cornice lo scaldasalviette Quar, disegnato da Davide Brembilla per Brem. Ad assumersi il ruolo di corpo scaldante è infatti la cornice, con una superficie enfatizzata che sostituisce i classici collettori.

Quante volte ci siamo rammaricati per non avere spazio a disposizione in quest’area del nostro appartamento e abbiamo sognato ambienti più ampi dove poter inserire sanitari e complementi di un certo respiro?

Gli spessori del legno massello definiscono il carattere di Wood-E di Bruna Rapisarda per Regia. I piani – spessi 2,5 centimetri e finiti con spalle in legno massello da 10 centimetri di altezza, sono disponibili nelle lunghezze “standard” da 100, 120, 140 e 160 centimetri con profondità 50. Ai piani possono essere abbinati tutti i lavabi già presenti nel catalogo Regia.

E naturalmente la tendenza alla graduale conquista di volumi amplificati ha sollecitato l’immaginario di progettisti e aziende, inclini a esercitare creatività e ricerca tecnologica in questa nuova palestra mentale.

Quale è il plus valore per un complemento del bagno “fuori scala”? Un insieme di qualità che scaturisce da varie esperienze sensoriali spaziando fra il piacere visivo, l’estensione dell’appagamento tattile e anche di quello uditivo.

A Pluvia Shower Head, soffione anticalcare in ottone massiccio 56x40cm, non mancano certo le caratteristiche dei sistemi che ricreano la rilassante atmosfera di benessere delle migliori Spa. Grazie alla sua peculiare forma ad arco l’effetto pioggia che ne deriva genera un delicato e tonificante massaggio. Realizzata da Tender rain con molta attenzione verso il risparmio idrico ed energetico, Pluvia è interamente costruita in Italia ed è disegnata da Luca Scacchetti; può essere fornita con finiture ad hoc secondo la richiesta del cliente.

Le docce per esempio, facendosi più ampie con piatti che tendono a scomparire fondendosi armoniosamente con il pavimento della stanza da bagno, fanno sì che si allarghi il nostro orizzonte visivo non più costretto da pareti troppo prossime. Per i soffioni delle docce si assiste a un ampliamento numerico di getti d’acqua e all’aggiunta di salutari cascatelle, con funzioni sempre più sofisticate finalizzate a un confort ottimale che dia un occhio di riguardo anche al risparmio energetico.

Il soffione doccia Labyrinth si presenta come una variegata rapsodia di 206 getti d’acqua, con terminale in silicone per rendere più facile la rimozione del calcare. I getti non solo punteggiano una lastra d’acciaio inox di 7,5 mm di spessore ma ricordano nel loro percorso un labirinto. Disegnata dal dipartimento di design interno di Gattoni Rubinetteria azienda produttrice, Labyrinth ha misure importanti e un ingombro di 56x50x h2 cm. È dotata anche un generoso quanto salutare getto a cascata di 12-15 litri/minuto e 3 bar di pressione.

Le misure XL fuori scala di lavabi in ceramica, marmo o pietra acrilica invece danno il piacere carezzevole di toccare in modo più esteso questi materiali e gestire con comodità uno spazio più ampio; siano essi sospesi o con colonna portante, con fondi bacini o ampie superfici. Anche i rubinetti pensano “in grande”, con bocche che partono persino dal soffitto, rendendo lo spazio ancora più sinuosamente movimentato.

 

Picture 1 of 8

Più grande è la superficie del termo arredo, maggiore è il calore che riuscirà a creare. Così Infra, disegnata da Paolo D’Arrigo per Caos, è una superficie omogenea di 60x180 cm solcata solo da due tagli curvi ad altezze differenti per accogliere le salviette.

L’opportunità di condividere il rito del bagno è un’altra delle peculiarità offerte da vasche off scale, dove l’appagamento estetico e tattile si coniuga con la condivisione. Allora la capacità delle vasche raddoppia, si fa per due con vantaggio del piacere indiscusso del passare tempo in acqua in compagnia che solo le grandi misure permettono; in una specie di lusso quotidiano calato in questa privata stanza da vivere come e forse anche di più di altre. Sempre più solo nostra, sempre più un nido di benessere.