area 129 | urban architecture

architect: Carmen Izquierdo Arkitektkontor AB

location: Lund, Sweden

year: 2011

Il sito del nuovo Cathedral Forum è nel centro di Lund, nell’area immediatamente a sud della cattedrale. Il sito ospita anche due edifici storici, da conservare. Il progetto di rifacimento prevede un’altezza di 883 mq. Il nuovo edificio misura 1617 mq ed è pensato per integrarsi nel tessuto urbano in modo naturale, adattandosi alle dimensioni e alle linee del paesaggio cittadino circostante. Allo stesso tempo, l’edificio costituisce un arricchimento contemporaneo alle molte epoche storiche già rappresentate nel centro di Lund. L’esterno si presenta come un volume semplice ma caratteristico che, con la sua stessa forma, crea spazi pubblici adiacenti. In prossimità di Kyrkogatan street, l’edificio riprende le linee del tetto della vicina casa Arken, portandole sopra una piazzetta d’ingresso. In prossimità della cattedrale, l’entrata è segnalata dal caratteristico lucernario, mentre un’altra piazzetta triangolare si trova accanto a Kungsgatan street.
Il rivestimento dell’edificio è in una lega di ottone, un materiale naturale che, invecchiando, acquista un aspetto variegato e vivido, con una gamma di toni dal dorato brillante al bronzo opaco, lasciando così che l’edificio invecchi in armonia con l’ambiente che lo circonda. Internamente, l’edificio si articola intorno a un atrio e a una corte interna. Entrambi lasciano filtrare luce naturale dall’alto, e allo stesso tempo integrano visivamente gli spazi pubblici con le strutture della comunità presenti al secondo piano. L’ingresso ha la forma di una sala per conferenze: una stanza versatile e dai volumi generosi, che può ospitare diverse attività, come reception, esposizioni e una caffetteria. L’auditorium è concepito come spazio unico, con il lucernario che guarda in alto, verso i campanili della cattedrale. La natura massiccia e pesante del calcestruzzo grezzo, che rivela la forma delle assi di legno, è compensata dal gioco di luce che si crea negli spazi interni. Tutti i materiali sono durevoli e di alta qualità, con una particolare attenzione agli elementi naturali che non perdono la loro bellezza invecchiando. La profondità del corpo dell’edificio e il buon isolamento dello strato esterno garantiscono una dispersione di energia molto bassa.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCasa della Giovane
Articolo successivoNovancia Business School