area 104 | introverted architecture

architect: Ateliers Jean Nouvel

location: Copenhagen, Denmark

year: 2009

L’architettura è come la musica…
Costruire in un quartiere in crescita è un grosso rischio. Rischio che si è spesso rivelato fatale in questi ultimi decenni. È impossibile intervenire senza poter valutare il potenziale urbano di un ambiente, per cui è necessario ragionare in senso inverso: quali qualità si possono apportare a questo futuro urbano incerto? Come si può nel peggiore dei casi creare in buone condizioni?

072-087 nouvel-3

Al futuro incerto si può rispondere solo con la forza positiva dell’incertezza: il mistero. Il mistero che non è mai lontano dalla seduzione e dall’attrazione. E se l’ambiente circostante risulta troppo neutro bisogna creare una transizione, una distanza che non è in nessun caso un ripiegamento su se stessi ma semplicemente la messa in scena delle possibilità di espansione di un territorio. In breve bisogna valorizzare il contesto qualunque esso sia, affermando a priori una presenza, una identità. Propongo di materializzare il territorio conferendogli la scala di una attrezzatura urbana eccezionale, nel rispetto di una geometria urbana programmata. Il progetto per la nuova concert hall di Copenhagen è un volume che fa indovinare la propria interiorità, un parallelepipedo misterioso, che cambia secondo la luce del giorno e della notte, quando diventa luogo di proiezioni di immagini, di colori, di luci, espressione della sua intensa vita interiore.
072-087 nouvel-5

L’interno è un mondo a sé, complesso e diversificato con una strada, punteggiata da negozi, che segue il sentiero del canale urbano e sfocia in un bar ristorante. Una piazza coperta domina la strada, un grande volume vuoto sotto le scaglie di legno che rivestono la sala da concerto. È un mondo di contrasti, di sorprese, un dedalo spaziale, un paesaggio interiore. Da un lato il mondo dei musicisti che si sviluppa attorno a corti e terrazze-giardino. Dall’altro spazi pubblici piranesiani che collegano le diverse sale prova, il ristorante e la strada. L’astrazione è sopraffatta dalla figuratività. L’effimero completa il permanente. Le facciate sono filtri leggeri che lasciano vedere la città in lontananza, il canale e le architetture vicine. La notte si trasformano in supporti per proiezioni di immagini colorate. L’architettura si afferma attraverso il dettaglio: le porte, l’illuminazione, i soffitti, le scale, testimonianza del rispetto verso spettatori e artisti. Ogni luogo diventa una scoperta ogni dettaglio una invenzione. Una lezione imparata da un’architettura che non bisogna dimenticare, un omaggio discreto a Theodor Lauritzen e Hans Scharoun… L’architettura è come la musica, è fatta per emozionarci e deliziarci.

architect: Ateliers Jean Nouvel
adviser to Jean Nouvel: Olivier Boissière, Hubert Tonka
competition: January 2002
preliminary studies: April 2002 - August 2004
construction: June 2003 - January 2009
opening: January 17 2009
address: Emil Holms Kanal 20, Copenhagen
client: Denmarks Radio
partner in charge: Stefan Zopp
head of project: Brigitte Métra, Frédérique Monjanel
photo by Philippe Ruault

Jean Nouvel has headed his own architectural practice since 1970. Among Mr. Nouvel’s principal completed buildings are the Arab World Institute in Paris, the Lyon Opera House, the Cartier Foundation in Paris, The Galeries Lafayette department store in Berlin, the Lucerne Culture and Congress Center, the Tours Conference Center, The Hotel in Lucerne, the Andel office building in Prague, the Nantes Justice Center, the Dentsu Tower in Tokyo, the museum of archaeology in Périgueux, the technology center in Wismar, the Agbar office tower in Barcelona, the extension to the Queen Sophia museum in Madrid, the Quai Branly Museum in Paris, the Guthrie Theater in Minneapolis, the Brembo’s research and development centre, the Richemont Corporation headquarters in Geneva, the swimming pool of Les Bains des docks in Le Havre…Among the projects currently under study or construction at Ateliers Jean Nouvel are, an apartment building in Soho New York, the Symphonic House in Copenhagen, a office tower in Doha Qatar, a office building in the City of London, a mixed use building in Vienna, two apartment buildings in Ibiza Spain, the Theater ”Archipel” in Perpignan, an apartment building in Chelsea New York, the Louvre Museum in Abu Dhabi, the Philharmonic Hall in Paris, the Tour de Verre in New York, a condominiums tower in Los Angeles, a mixed use high-rise building in Sydney, The Tour Signal in Paris la Défense.

CONDIVIDI
Articolo precedentedeusto university library
Articolo successivoEwha womans university